Regionali Sardegna: centrodestra sbanca

di
Dopo l'Abruzzo il centrodestra espugna anche la Sardegna

CAGLIARI – Christian Solinas sarà, dunque governatore della Sardegna per la coalizione del centrodestra che vola al 51,77% con il 47,81% e 363.485 votanti mentre Massimo Zedda che rappresenta la coalizione del centrosinistra va al 30,17% come lista e si assesta al 32,93% con 250.355 votanti. Francesco Desogus rappresentante del Movimento 5 stelle racimola l’9,71% come lista e il 11,18% di preferente con 85.046 votanti. C’è da dire però che la Lega, che debutta in Sardegna per la prima volta con queste elezioni, sfiora il 12% ma non sfonda rispetto alle aspettative e recupera infatti solo poco più di un punto sulle politiche di marzo.
“Dico solo viva la democrazia. Si affida il mandato per cinque anni a chi vince le elezioni e poi si rivedrà'”, così il presidente della Camera Roberto Fico rispondendo a Catania ai giornalisti che gli chiedevano del voto in Sardegna
Intanto da Sharm el Sheik, in Egitto, a margine del vertice Ue-Lega Araba, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte rassicura che l’esito del voto non avrà ripercussioni sul governo: “Non mi pronuncio sulle valutazioni politiche” del voto in Sardegna “ma non dobbiamo enfatizzare il ruolo di elezioni regionali: sono importanti per la Sardegna e offriranno degli spunti agli eletti ma sicuramente non ritengo che dagli esiti possano derivare conseguenze sul governo nazionale”.