Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

La prima foto di un buco nero

18

L’immagine di M87, il buco nero supermassivo di una galassia situata a circa 50 milioni di anni luce è consistente con l’ombra di un buco nero rotante (il cosiddetto buco nero di Kerr) proprio come era stato predetto dalla Relatività Generale di Einstein. L’ asimmetria nell’anello si puo spiegare con un effetto relativistico, chiamato anche Doppler beaming o Doppler boosting: un plasma che si muove a velocità prossime alla velocità della luce in rotazione intorno a un buco nero, amplifica l’emissione del plasma che si muove nella nostra direzione. Il disco scuro al centro individua l’orizzonte degli eventi. Il suo aspetto dovuto al plasma che viene inghiottito e scompare. Per cui, sulla base di queste semplici ma convincenti evidenze, possiamo concludere che l’immagine che abbiamo ottenuto è consistente con l’ombra di un buco nero rotante (il cosiddetto buco nero di Kerr) proprio come era stato predetto dalla Relatività Generale di Einstein.
Si tratta di una scoperta davvero importante che è frutto dell’impegno tenace portato avanti per più di un anno e mezzo da un gruppo di almeno 200 ricercatori di tutto il mondo che fanno parte dell’Event Horizon Telescope Consortium (EHTC) di cui mi onoro di far parte. Dentro questo esperimento io sono responsabile della calibrazione e validazione dei dati acquisiti.

BlackHoleCam is a EU-funded project to finally image, measure and understand astrophysical black holes. Our research will test fundamental predictions of Einstein’s theory of General Relativity (GR). The BlackHoleCam team members are active partners of the global Event Horizon Telescope Consortium.

The first results of the Event Horizon Telescope (EHT) are ready and will be presented at press conferences on April 10, 13:00 UT in Brussels and Washington D.C., streamed in satellite events in Rome (INAF), Madrid, & Radboud University Nijmegen in Europe, plus other events in Santiago (ALMA), Tokyo, Taipei and Pretoria.
About 250 scientists worked on this project with the common goal to make the first ever images of the billion solar masses black hole in the nearby galaxy M87 and of its smaller cousin, Sagittarius A*, the supermassive black hole at the centre of our Galaxy, on scales of the black hole shadow.
The full information on the event can be found here: https://www.eso.org/public/announcements/ann19018/

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci