Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Elezioni Europee Italia: Lega al 34%, crollo M5S, PD secondo partito, FDI supera la soglia

Tempo di lettura: 2 minuti

Le elezioni Europee vedono la Lega primo partito in Italia sopra il 34%. Il Pd secondo partito intorno al 22% sopra M5s che si attesta intorno al 17%. Fi tiene e Fratelli d’Italia supera la soglia del 4% attestandosi intorno al 6,45%. la Lega è al 34,27% di consensi con circa 9 milioni di voti, il Pd è il secondo partito al 22,73% pari a 6 milioni di voti, M5S è al 17,06% con circa 4 milioni e mezzo di voti, Forza Italia è al 8,78% pari a 2 milioni di voti, Fdi al 6,46% con quasi 2 milioni di voti.

Affluenza in Italia

In Inghilterra il Brexit Party di Nigel Farage è il grande vincitore delle elezioni europee, il neonato Brexit Party fa incetta di voti raggiungendo il 31,7% dei consensi, davanti agli europeisti liberaldemocratici fermi al 20,5%. Dietro i partiti tradizionali: i laburisti di Jeremy Corbyn scivolano al 13,6%, mentre i conservatori della premier dimissionaria Theresa May crollano del 15%, fermandosi al 9,2%. disastroso risultato dei Tory. In Germania Merkel prima ma in calo, volano i Verdi, mentre in Francia si conferma la vittoria della lista di destra Prenez le Pouvoir, sostenuta dalla leader del Rassemblement National Marine Le Pen, che supera Renaissance, sostenuta tra gli altri da En Marche del presidente Emmanuel Macron. In Ungheria il partito di Viktor Orban, Fidesz, si conferma in testa, in Austria vincono popolari di Kurz e in Grecia Nuova Democrazia in testa al 34%, Syriza al 27%, Alba Dorata arretra, al 6%.

In Spagna i socialisti del premier Pedro Sanchez si apprestano a vincere con un distacco di oltre dieci punti, in Olanda scivolone per il Partito per la Libertà (Pvv) di Geert Wilders, alleato della Lega di Matteo Salvini alle Europee che probabilmente non raggiungerà la soglia del 3,85% restando senza seggio. In Finlandia, secondo gli exit poll, i conservatori del National Coalition Party sono in testa con il 20,9%, seguiti dai socialdemocratici al 16,7, dai Verdi al 14,4 e dal Partito di Centro. A Malta si conferma la netta vittoria del partito laburista del premier Joseph Muscat, al 55%, secondo le stime delle 18 sulle Europee. I centristi del partito nazionalista seguono al 37%.

Il Fine Gael (Ppe, europeista) del premier Leo Varadkar si conferma primo partito nella piccola Irlanda, mentre iIl partito ultraconservatore Diritto e Giustizia (PiS/Ecr) di Jaroslaw Kaczynski è in testa nel voto in Polonia col 42,40%. Lo segue a stretto giro la Coalizione europea, la lista unica formata dai principali partiti di opposizione, tra cui la Piattaforma civica di Donald Tusk. In Romania i primi exit poll danno testa a testa il partito socialdemocratico al governo (Psd) e il principale partito di opposizione, il Pnl (Partito nazionale liberale): entrambi si attestano, secondo i primi dati, al 25,8%.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci