Sicilia Report
Sicilia Report

Sindaco Cateno De Luca risponde a Razza su Facebook: “paladino della legalità”

Il primo cittadino: "modificherò ordinanza, era già previsto, a portarci nel baratro un tuo uomo"

Palermo, 11 gen. – “La Sicilia è già in zona rossa per colpa vostra. Vi dovete vergognare. Non ci sono più posti letto né in terapia intensiva né in degenza ordinaria. La situazione è sfuggita di mano per questa vostra ‘non visione’ della sanità”. E’ l’atto d’accusa del sindaco di Messina, Cateno De Luca, che in un video postato su Facebook punta il dito contro l’assessore alla Salute della Regione siciliana, Ruggero Razza, e il governatore dell’Isola, Nello Musumeci.A scatenare la reazione del primo cittadino la nota con cui l’esponente del Governo Musumeci chiede la rettifica dell’ordinanza firmata da Palazzo Zanca con cui si limitano ancora di più le attività commerciali dopo l’istituzione della zona rossa nella città dello Stretto.

Bottone 980×300

Il testo con le nuove restrizioni che sarà in vigore da venerdì sarà modificato. Ad annunciarlo è proprio il sindaco De Luca, spiegando chein quell’ordinanza ci sono “refusi e anche minc…” perché “io ieri mi sono dovuto occupare delle omissioni e delle porcherie che a Messina creano i tuoi uomini”, dice il primo cittadino rivolgendosi direttamente all’assessore alla Salute.

“Razza, detto Ruggero, che tra una partita di carte e l’altra pare faccia l’assessore alla Sanità, si è ricordato che esisteMessina – dice De Luca in un video postato su Fb -. Minaccia il sindaco di Messina di correggere l’illegittima ordinanza fatta ieri e che sarà sistemata”. Dopo l’affondo all’assessore Razza: “Come mai non ti occupi di toglierci dalle pa… La Paglia (direttore generale dell’Asp di Messina, ndr), che ci ha portati in zona rossa? Razza prima di nominare Messina risolvi i danni che hai creato. Perché se noi oggi abbiamo un rapporto di tamponi e contagiati del 35 per cento è grazie agli asini volanti che ci hai consegnato. E’ stato La Paglia a portarci nel baratro e io non consento all’assessore Razza di fare sciacallaggio politico”.

“Visto che hai trovato il tempo di mandarmi un avvertimento – conclude De Luca rivolgendosi ancora una volta all’assessore Razza -, trovalo anche per mandarmi su Whatsapp la copia integrale della relazione del Comitato tecnico scientifico. Sarebbe la certificazione della tua sconfitta. Per molto meno le persone degne di questo nome si dimettono, ma ormai siamo nell’era degli ominicchi e quaquaracquà”.
(Adnkronos)

Commenti