Totò Martello - © Sicilia Report

Palermo, 31 ago. – “Il Governo ci ha lasciati soli, a noi e al ministro dell’Interno”. E’ la denuncia del sindaco di Lampedusa Salvatore Martello che, in una intervista a La Stampa, lamenta: “Se il Governo non è capace di fare rispettare gli accordi con la Tunisia, vado io a Tunisi a discuterne e ci vado con la mia barca”. Poi Martello spiega: “Se c’è un accordo con la Tunisia va fatto valere. Quando si è mai detto che un governo non affronta l’emergenza? Ci vuole il ministro degli Esteri, deve intervenire il Presidente del Consiglio. Il ministro Lamorgese sta facendo tutto quello che è in suo potere ma il Governi non pare sostenerla”.

Pubblicità

“Se non la vogliono più – aggiunge – lo dicano, si prendano le loro responsabilità”. E spiega che “in questi due mesi abbiamo superato i numeri del 2011 quando c’era al governo Berlusconi e al Viminale c’eraMaroni. Anche allora dicevano che non c’era emergenza, lasciando migliaia di migranti sul molo per giorni”. “L’isola scese in piazza e li mandò via, possiamo far lo stesso ora”, dice. E annuncia di avere chiesto un incontro al presidente della Tunisia Saied “per chiedergli l’applicazione degli accordi con l’Italia”.
(Adnkronos)