Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280

“Se mi chiamassi Guccini”, il primo lavoro discografico del cantautore napoletano Francesco Nardo

Prodotto dal cantautore Graziano Lobianco con l’etichetta discografica indipendente “Gocce Music". Il disco del giovane artista napoletano è in uscita il 14 giugno in tutti i digital store in download, in onore degli 80 anni di Francesco Guccini

Uscirà il 14 giugno il primo lavoro discografico del cantautore napoletano Francesco Nardo, frutto di un duro lavoro che vede protagonista il cantautore siciliano Graziano Lobianco con la sua etichetta discografica indipendente “Gocce Music”.
“Se mi chiamassi Guccini”: è questo il titolo della prima raccolta di parole e musica di Nardo, artista emergente dei giorni nostri. Il nome dell’album suona come un trampolino di lancio irriverente ma allo stesso tempo azzardato. All’interno del disco trovano poco spazio gli amori finiti o le serate della movida; si parla di vita e di riscatto, di sociale e di politica, tutto all’insegna di un gioco di parole che fa da sfondo a ogni cosa.

Le canzoni all’interno del lavoro discografico del cantautore rispecchiano a pieno la tradizione cantautorale italiana, mischiata a trame degne del più grande Teatro Umoristico, come quello di Eduardo De Filippo – tanto amato dall’artista classe 1997 – facendo così diventare i suoi scritti teatro e il teatro, a sua volta, diventa una canzone.

“Quando Parli Del Tuo Ernesto”, invece, è il titolo del secondo bravo estratto dall’album, accompagnato da un videoclip girato con lo smartphone durante la prima fase di riapertura dopo il lockdown. Un brano sarcastico che tratta il tema dell’omosessualità senza troppi giri di parole e senza tanti sentimentalismi; lo scopo è la richiesta di più diritti nei confronti di chi ama persone del suo stesso sesso, puntando allo stesso tempo i riflettori su un tema altrettanto importante dissacrandolo. La spettacolarizzazione dei sentimenti umani e il bisogno costante dell’uomo di apparire, lasciano, così, ai margini della sua esistenza l’essere. Il brano si configura in questo modo come un’arma tagliente contro il pregiudizio e l’ossessione di puntare sempre il dito contro chi è diverso, ricordando però alla nostra generazione che il sentimento amoroso non potrà mai essere soltanto un’esperienza per conoscere meglio se stessi ma un modo per superare i propri limiti dopo averli ammessi.

Il lavoro discografico di Nardo è in uscita e acquistabile in tutti i digital store in download a partire da domenica 14 giugno, in onore degli 80 anni del grande cantautore italiano Francesco Guccini.

I commenti sono chiusi.