Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Sit-in lavoratori Supermercati Forté presso Prefettura di Palermo

Organizzato dal Sinalp Sicilia assieme all'USI di Palermo

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO – La vicenda Fortè continua a rotolare verso il baratro della disfatta e peggio, dell’abbandono al loro destino di circa 500 dipendenti, di circa 500 padri di famiglia che già da un po di tempo vivono una condizione di assoluta incertezza per il loro futuro. Questi padri di famiglia torneranno a casa, dai propri coniugi e dai propri figli con la certezza che nulla è cambiato nella kafkiana vicenda della fine del gruppo fortè.
Questo Sit In di ieri davanti alla Prefettura di Palermo, organizzato dal Sinalp Sicilia assieme all’USI di Palermo, si è reso necessario perchè oggi, più che mai, diventa di fondamentale importanza che anche lo Stato faccia la sua parte in difesa del futuro dei propri cittadini.
Al rappresentante del Prefetto, che ha ricevuto la delegazione formata dal Dr. Andrea Monteleone Segr. Reg. del Sinalp Sicilia, dall’RSA Sinalp Filippo Nicolosi, dall’RSA USI Giuseppe Mercurio e l’RSA USI Luciano Cristaldi, è stato illustrato lo stato dei fatti che oggi ha portato un’azienda che produceva utili e lavoro alla situazione assurda di chiudere e mettere sul lastrico 500 famiglie.
I lavoratori chiedono allo Stato di intervenire per salvare il loro lavoro agevolando la cessione del ramo d’azienda ad altra rete di di distribuzione con l’impegno di mantenere il livello occupazionale attualmente garantito da Meridi srl.
La Prefettura di Palermo ha dato il suo pieno sostegno in difesa delle ragioni dei lavoratori e ha promesso di intercedere positivamente verso le istituzioni statali interessate affinchè si possa perfezionale la cessione del ramo d’azienda senza perdere alcun posto di lavoro.
Le OO.SS. Sinalp e Usi hanno preso atto della disponibilità della Prefettura e hanno garantito ai lavoratori di tenere alto il problema Fortè chiedendo un ulteriore incontro alla Prefettura di Catania ed invitano tutti i lavoratori ad aderire alle loro battaglie sindacali affinchè le istituzioni competenti si rendano conto dell’esistenza di una tragedia che deve essere positivamente risolta nell’interesse di tutti.
Sinalp Sicilia

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci