Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280
Giovanni Musumeci

Ugl Catania, delegazione sindacale ieri in visita dal neo prefetto Librizzi

CATANIA – Una delegazione della Ugl di Catania, formata dal segretario territoriale Giovanni Musumeci e dal suo vice Giusy Fiumanò, è stata ricevuta ieri dal prefetto etneo Maria Carmela Librizzi. Un incontro cordiale durante il quale i sindacalisti hanno avuto modo di esporre il pensiero dell’organizzazione sindacale sulle criticità e sulle prospettive dell’area metropolitana etnea, soprattutto in questa fase storica particolarmente difficile a causa della pandemia in corso. “Abbiamo avuto il piacere, dopo la nomina, di conoscere sua eccellenza e la ringraziamo per aver rinnovato un dialogo che riteniamo importante ed indispensabile con la Prefettura, attraverso una continuità nel solco delle esperienze precedenti – dichiarano Musumeci e Fiumanò. Per noi è stata un’occasione utile nel corso della quale abbiamo evidenziato il ruolo strategico e centrale dell’Ufficio territoriale del Governo anche nelle attività di coordinamento per l’applicazione delle misure di protezione dalla diffusione del Covid-19 all’interno delle aziende, con le relative iniziative di controllo. In questo senso la fondamentale azione della Prefettura ritorna fortemente in campo oggi con la firma del nuovo protocollo tra le organizzazioni datoriali e sindacali ed i Ministeri competenti per la vaccinazione del personale delle aziende. Sul punto, infatti, abbiamo auspicato la convocazione di un tavolo tecnico affinchè la campagna vaccinale possa partire in tempi brevi all’interno delle imprese che si trovano nella nostra provincia, con la collaborazione fattiva dell’Azienda sanitaria provinciale. Con la collaborazione delle realtà aziendali, che ci auguriamo sarà massima, le vaccinazioni dei lavoratori su base volontaria consentiranno un incremento del numero dei vaccinati nel nostro territorio – evidenziano dalla Ugl.”

Gli effetti dell’emergenza, non soltanto sanitari, sono stati affrontati dal sindacato che ha espresso preoccupazione per la crisi economica e per le difficoltà che stanno vivendo alcune categorie a partire da quella del commercio e del turismo. “Ci siamo rivolti al prefetto per chiedere una speciale attenzione verso le necessità di questi settori, intercedendo con il Governo nazionale per rappresentare la disperazione dei lavoratori e degli imprenditori. Soggetti che fanno gola alla criminalità pronta a sostituirsi allo Stato – dicono segretario e vice. E’ bene, a nostro avviso, che venga dedicato più interesse nei confronti delle periferie, con uno sforzo delle istituzioni a sostegno dell’ente comunale il cui dissesto economico rappresenta un grande limite in termini di progettualità.”

Ed, infine, il pensiero della Ugl è anche andato all’annosa vertenza della Zona industriale con i delegati che al Prefetto hanno manifestato il compiacimento per l’avvio delle agevolazioni nell’ambito delle Zes, nonché la speranza che (attraverso anche l’intervento della Prefettura) dal Governo nazionale sia incrementato il livello di sostegni, con il via libera oltretutto alle Zone economiche speciali montane, mentre dalla Regione siciliana e dal Comune non venga meno l’impegno di potenziare nel breve termine le opere pubbliche e le manutenzioni straordinarie. Su questi, come su molti altri argomenti, il Prefetto ci vedrà sempre costruttivi, pronti e disponibili a dialogare per il bene del territorio e dei lavoratori.”

I commenti sono chiusi.