Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Sindacato: Landini, “uno unitario che rappresenti tutti lavoratori”

Non ci siano più ragioni partitiche o appartenenze politiche che impediscano unità sindacato

Tempo di lettura: < 1 minuto

Roma, 11 set. – “Ritengo che non ci siano più ragioni politiche nel senso di partitiche o appartenenze politiche che impediscano un’unità del mondo del lavoro e un’unità del sindacato”. Così Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, intervenendo ieri alla Summer School della Scuola di Politiche fondata da Enrico Letta e diretta da Marco Meloni guarda ad un “sindacato democratico e unitario che rappresenti tutti i lavoratori e che costruisca assieme alle persone che rappresenta una propria azione, una propria idea sociale, anche una dimensione politica, non nel senso di sostituirsi ai partiti, ma di avere la stessa dignità e di dialogare alla pari perché sei portatore di un progetto di trasformazione sociale che mette al centro il lavoro e i diritti delle persone che lavorano”.

“Possono esserci diversità di impostazione sindacale ma è proprio la democrazia, le regole democratiche che ti dai, la possibilità che sia fatta una legge sulla rappresentanza che recepisca i principi della nostra costituzione ad aprire questa strada”, conclude.
(Labitalia)

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci