Catania, 10 giugno 2021 – La Fim Cisl è il sindacato di maggioranza assoluta in Seasoft, azienda di produzione di software, della zona industriale di Catania. Nelle recenti elezioni per la RSU (rappresentanza sindacale unitaria), alla Fim sono stati accordati 56 su 77 voti validi e due seggi sui tre disponibili; 21 voti e un RSU alla Fiom Cgil. Alla Fim è andato anche il Rappresentante dei lavoratori per la Sicurezza (RLS). Alta l’affluenza al voto: si è espresso l’89 per cento degli aventi diritto.
Per la Fim, gli RSU eletti sono, nell’ordine di consensi, Oreste Cannavò e Giovanni Scuderi. Cannavò è anche l’RLS.

Pubblicità

«L’alta affluenza al voto – dichiara Piero Nicastro, segretario generale della FIM-CISL Sicilia soddisfatto del risultato elettorale – indica che c’è voglia di cambiamento e lavoratori e lavoratrici lo hanno espresso in modo chiaro, modificando radicalmente il mandato Rsu precedente dove la FIM non aveva eletti. Anche quello del responsabile della sicurezza RLS risulta essere un ruolo delicato e fortemente impegnativo a garanzia della salute e sicurezza dei lavoratori stessi, specie nel contesto pandemico che stiamo ancora attraversando».

La FIM CISL continua a raccogliere consensi tra le aziende metalmeccaniche catanesi perché tiene conto del contesto dove si sta affrontando una trasformazione del mondo del lavoro non indifferente, ragiona e propone soluzioni efficaci per le lavoratrici e i lavoratori nell’ottica del mantenimento e della crescita del lavoro per tutti i metalmeccanici catanesi».

Maurizio Attanasio, segretario generale della Cisl di Catania, congratulandosi con gli eletti, sottolinea come «la nuova affermazione pone alla Fim e alla Cisl un ulteriore impegno nel rappresentare gli interessi dei lavoratori in settori fortemente innovativi e in continua evoluzione, dove fissare regole contrattuali per tutelare diritti e garantire salute e sicurezza sul posto di lavoro».

 

COPYRIGHT SICILIAREPORT.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità