Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280

Pubbliservizi e il futuro, la Ugl etnea incontra il sindaco Pogliese

“Esito che avevamo auspicato. Si lavori per un contratto di rete allargato all’ambito provinciale” dichiara il segretario confederale della Ugl Carmelo Catalano

CATANIA – Nuova riunione ieri in Città metropolitana sulla situazione della Pubbliservizi. Il sindaco metropolitano Salvo Pogliese, ha incontrato infatti i rappresentanti delle sigle sindacali alla presenza dei dirigenti dell’ente e del commissario straordinario Maria Virginia Perazzoli. Dopo la riunione avvenuta lo scorso 23 febbraio ed un appuntamento chiarificatore che si è tenuto il 1° marzo tra la dirigenza preposta della Città metropolitana ed il vertice gestionale dell’azienda partecipata, i dubbi che avevano caratterizzato l’andamento societario degli ultimi mesi sembrano essersi dissolti, come spiega il componente della segreteria confederale della Ugl Carmelo Catalano. “Il confronto tra Amministrazione e società ha prodotto l’esito che in queste ultime settimane avevamo auspicato, ovvero quello di fare definitiva luce sui conti nel rapporto tra le due parti ed il riavvio del dialogo sulla rimodulazione del contratto di affidamento dei servizi fermo da qualche anno.

Pubblicità

Su questo punto non possiamo che ringraziare il primo cittadino Pogliese per essere stato il garante del punto di equilibrio, impegnandosi ad offrire in tempi celeri una prima risoluzione. La questione, quindi, allo stato attuale sempre essere ritornata a viaggiare nel binario giusto, così come quella relativa al concordato con l’impegno da parte della Città metropolitana di mettere il Consiglio di amministrazione di Pubbliservizi nelle condizioni di poter avere i necessari consulenti, nonché della stessa Perazzoli di fornire adeguato supporto, per chiudere la procedura di concordato e salvare la società. Da parte nostra – aggiunge Catalano – come Ugl abbiamo avanzato la suggerito al sindaco Pogliese di valutare un percorso normativo da poter proporre, in sede nazionale o regionale, per ampliare l’opportunità della formula del “Contratto di rete” tra aziende partecipate presenti non più nel medesimo ambito comunale, bensì all’intero territorio provinciale. Siamo contenti che questa nostra idea abbia trovato l’immediato interesse da parte del vertice dell’area vasta e, su questo, auspichiamo un veloce iter rendendoci disponibili a collaborare affinchè vada presto in porto. Nel contempo, non appena tra non molto ci saranno le condizioni per discutere, ci piacerebbe poter avere un nuovo momento di incontro con le parti per fare il punto sullo stato del concordato, ma anche su quella che è la gestione ordinaria dell’azienda.

Con i nostri rappresentanti sindacali ed i numerosi iscritti presenti in Pubbliservizi, continuiamo a prestare la massima attenzione – conclude Catalano – perché la società sia non solo salvata, ma sempre più valorizzata e competitiva sul mercato dei servizi alla collettività.”
Ufficio Stampa U. G. L. – Unione Territoriale del Lavoro di Catania

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: