Sicilia Report
Sicilia Report

Catania
Prg porto, Cisl: si tenga conto della tutela ambientale della “mantellata”

Ieri l'approvazione del DPSS da parte del consiglio comunale. L'intervento di messa in sicurezza strategico per la ZES e il piano turistico della città. Si recuperi l'esistente e non si incrementi solo la cubatura

Catania, 28 agosto 2020 – «L’approvazione da parte del consiglio comunale di Catania del Documento di Pianificazione Strategica di Sistema (DPSS) per il Piano regolatore generale del Porto di Catania, è una decisione che, nella prospettiva di una più funzionale crescita della città, accogliamo con cauto ottimismo».
Lo afferma la segreteria provinciale della Cisl di Catania, che aggiunge: «Pur comprendendo, infatti, che si tratta di un atto propedeutico, contenente le linee di indirizzo per definire il documento urbanistico dell’Autorità di Sistema Portuale del mare della Sicilia orientale, confidiamo che al momento della successiva stesura si tengano nella giusta considerazione gli interventi di tutela paesaggistica e ambientale e di messa in sicurezza del porto».

Bottone 980×300

«Ci riferiamo alla cosiddetta “mantellata” del molo foraneo distrutto dalle mareggiate, di cui tanto si è detto ma poco al momento appare di concreto. Un intervento strategico tanto per la sicurezza della struttura portuale quanto per l’avvio della ZES (zona economica speciale), del piano turistico di Catania e del suo sviluppo complessivo. Noi saremo vigili perché venga intrapreso un percorso virtuoso, che non punti solo all’incremento della cubatura esistente, ma che tenga conto del recupero delle strutture già presenti, nell’interesse di tutta la città».

«Su questo e sui temi della nuova conurbazione di Catania – conclude la segreteria della Cisl etnea – attendiamo un confronto con l’amministrazione e il consiglio comunale».

Commenti