Porto Catania - ©Sicilia Report

Catania, 13 maggio 2021 –  Concluso l’incontro con l’Autorità di Sistema Portuale (AdSP) del mare di Sicilia orientale, alla presenza del commissario Dr. Alberto Chiovelli, che ormai, fin dal suo insediamento, ha subito voluto affrontare la vertenza dei lavoratori della ex TTT Lines, Caronte e Tourist e della Catania Port Service, che coinvolge circa 80 lavoratori. I lavoratori, ormai in presidio da diversi mesi, ricevono oggi forti rassicurazioni.
La Cisl e la Fit Cisl di Catania hanno da sempre evidenziato le grandi potenzialità occupazionali che i porti del network possiedono, le opportunità esistenti per la costituzione dell’Art. 17, nonché la possibilità che i lavoratori vengano formati per le nuove opportunità che il Commissario ha voluto condividere con le organizzazioni sindacali, come nel caso dell’avvio dell’individuazione dei servizi di interesse generale, che consentirebbero l’utilizzo di tutti i lavoratori in esubero.

Pubblicità

«Riteniamo che l’arrivo di Chiovelli – affermano Maurizio Attanasio, segretario generale della Cisl di Catania, e Mauro Torrisi, segretario generale della Fit Cisl etnea – sia stato e sarà determinante per il rilancio dei due scali. Per tale motivo, ribadiamo che la Regione Siciliana debba ratificare al più presto il rinnovo dei vertici dell’AdSP avviato dal ministro Giovannini.

«Manifestiamo grande soddisfazione per il risultato raggiunto e per l’impegno mostrato dall’Autorità di Sistema Portuale, ma soprattutto per la disponibilità del dr. Chiovelli che si è mostrato sensibile alle problematiche occupazionali dei lavoratori, e che, non ha mai fatto mancare il proprio sostegno ai lavoratori in presidio.

Da oggi, per gli stessi si riaccende la speranza di un futuro più sereno. E lasciano da oggi il presidio, nella consapevolezza di non essere più soli. È chiaro, che non abbasseremo la guardia, e continueremo ad accompagnare il percorso intrapreso e condiviso con l’AdSP. Perché siamo consapevoli che questo non è il punto di arrivo delle vertenze, per tale motivo siamo già all’opera per confrontarci con le commissioni parlamentari competenti perché ulteriori i finanziamenti possano essere inseriti nella prossima finanziaria dello Stato. Ringraziamo anche i deputati nazionali e regionali e il sottosegretario Cancelleri che hanno mantenuto l’impegno assunto con la Cisl per risolvere la vertenza».

COPYRIGHT SICILIAREPORT.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità