spot_imgspot_img
HomeScuolaCisl, firmato il primo accordo per tutelare lavoratori nelle giornate di chiusura...

Cisl, firmato il primo accordo per tutelare lavoratori nelle giornate di chiusura per maltempo

Cisl: «Ristabilito un principio di equità: riconosciuti il 50% della retribuzione spettante e il 50% di recupero delle ore non lavorate». La settimana prossima la firma del nuovo regolamento comunale per gli AsACom

CATANIARiconoscimento economico e recupero delle ore lavorative per il servizio non prestato nelle giornate di chiusura prolungata delle scuole per gli ultimi eventi meteorologici nel mese di ottobre. E la convocazione del tavolo per sottoscrivere l’intesa sul nuovo regolamento comunale che recepisce le linee guida regionali.
Sono i punti principali dell’accordo sottoscritto al Comune di Catania, tra l’assessore alle Politiche sociali, Giuseppe Lombardo, e le organizzazioni sindacali Cisl e Cgil, a favore dei lavoratori del settore dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità (assistenti all’autonomia/comunicazione e igienico-personale).
Per la Cisl di Catania, che ha fortemente richiesto e ottenuto l’accordo, erano presenti il segretario generale Maurizio Attanasio, la segretaria territoriale Lucrezia Quadronchi, e i segretari generali Danilo Sottile (Cisl Fp Catania) e Rita Ponzo (Fisascat Cisl Catania).

Pubblicità

 

In particolare, l’accordo, frutto di una costruttiva contrattazione, prevede una parte economica, con il riconoscimento del 50 per cento della retribuzione che sarebbe spettata ai lavoratori e per il 50 per cento la possibilità di recuperare, entro il mese di dicembre, le ore non lavorate per cause non imputabili al lavoratore, come prevede l’art. 1256 c.c., che è il caso della chiusura prolungata delle scuole a causa dell’allerta meteo avvenuta il mese scorso.

 

«L’importanza dell’accordo raggiunto con il Comune di Catania, che è il primo dell’area metropolitana a fare ciò – commentano con soddisfazione Attanasio e Quadronchi – sta non solo nella componente economica, che rappresenta comunque un principio di equità di trattamento, quanto soprattutto nell’aver riconosciuto finalmente il valore professionale di tali importanti figure nell’ambito dell’inclusione scolastica e la loro equiparazione ai diritti di tutti gli altri lavoratori subordinati a tutti gli effetti, considerato che esse per anni sono state private dei più fondamentali diritti contrattuali dai propri datori di lavoro.

 

«C’è anche molto da fare in tema di rispetto del CCNL – aggiungono – che equivale al rispetto dei diritti ma anche alla dignità delle lavoratrici e dei lavoratori. Il risultato raggiunto è di fondamentale importanza e andrà collegato all’approvazione delle linee guida emanate dall’assessorato regionale al Lavoro e alla Famiglia. Ciò consentirà anche al Comune di Catania di tagliare per primo in Italia il traguardo del riconoscimento dei diritti e del livello di professionalità dei lavoratori del settore dell’inclusione scolastica. Di ciò va dato merito alla sensibilità dell’assessore Giuseppe Lombardo e alla disponibilità e alla collaborazione dei funzionari dell’assessorato alle Politiche sociali comunali».

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli