Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Casa circondariale Bicocca: detenuto aggredisce assistente capo.

Armando Algozzino (Uilpa Polizia Penitenziaria): «un agente solo nella sezione, con trentacinque detenuti»

CATANIA – Un nuovo inquietante episodio di violenza ai danni della Polizia Penitenziaria presso la Casa Circondariale Bicocca, a Catania, dove un assistente capo è stato aggredito da un detenuto.
“Purtroppo – commenta Armando Algozzino, S.Commissario nazionale della UILPA Polizia Penitenziaria – si tratta dell’ultimo di una lunga serie di atti simili, uniti dal filo rosso dell’aggressività, sia fisica che verbale, nei confronti di chi svolge il proprio dovere con dedizione e professionalità, malgrado le innumerevoli criticità del sistema”.
Secondo l’esponente sindacale, che da tempo chiede l’inasprimento delle pene per coloro che, ingiustificatamente, aggrediscono i poliziotti penitenziari nell’esercizio delle loro funzioni, sono i numeri a raccontare i disagi estremi che il personale sperimenta ogni giorno.
“Nel caso specifico – sottolinea – l’assistente capo, che ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso, si trovava in sezione da solo con trentacinque detenuti: poco da aggiungere, dunque, sulla carenza di personale”.
Comunicato stampa Uilpa

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci