Sicilia Report
Sicilia Report

Landini: “proteggere lavoratori in difficoltà o pericolo bomba sociale”

Roma, 8 feb. – “Noi non stiamo dicendo semplicemente proroghiamo il blocco dei licenziamenti per tutti, noi stiamo dicendo che quel mese serve per una vera riforma degli ammortizzatori sociali che sia in grado di cogliere le differenze delle attività: ci sono settori in ginocchio, come il turismo, e non si mettono in piedi e in un mese o due e vanno protetti quei lavoratori se non si vuole una bomba sociale”. Così il segretario generale Cgil Maurizio Landini, ieri a ‘Mezz’ora in più’ su Rai3 di Lucia Annunziata.

Bottone 980×300

Tra le proposte del sindacalista quella di usare “i contratti di solidarietà” ad esempio. Quanto all’incontro con il premier incaricatoMario Draghi ha sottolineato che l’importanza che l’ex banchiere centrale accanto ai sindacati incontri anche “tutto quel mondo volontariato che in questo anno e mezzo ha tenuto in piedi il paese”. Con Draghi, incalza, “ci sono le condizioni per rimettere il lavoro alcentro”, oggi “il problema è il lavoro”.

“Voglio essere chiaro: se qualcuno mi ripropone la flat tax, non siamo d’accordo”, avverte. “Non siamo disponibili a pagare tre volte. Non dico che non sono pronto a fare sacrifici, ma voglio che vengano riconosciuti i diritti sul fronte del lavoro”, aggiunge, sottolineando che “non si può alzare la tassazione sul lavoro”. “C’è da rimettere mano al sistema fiscale non nell’idea che tutti pagano meno, ma che ognuno paghi in base a quello che ha” e dunque “c’è bisogno di una tassazione progressiva che consideri reddito e patrimoni”.
(Labitalia)

Commenti