Giardino Bellini, lunedì l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati

di
Welfare: lunedì al Giardino Bellini l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati previsto dal progetto “Pronto intervento sociale”

CATANIA – Al via lunedì 26 novembre alle 10.30 al Giardino Bellini, alla presenza  degli assessori ai Servizi sociali, Giuseppe Lombardo, e all’Ambiente, Fabio Cantarella, l’inserimento lavorativo di trenta cittadini in condizioni di disagio sociale, individuati nell’ambito del progetto di “Pronto intervento sociale- Percorsi di orientamento al lavoro”  finanziato  con  la legge 328 del 2000 dal Distretto socio-sanitario 16, composto dai comuni di Catania, capofila, Misterbianco e Motta Sant’Anastasia.
L’iniziativa è promossa dal Centro per l’impiego di Catania e attuata dall’Ati consorzio Il Nodo e  cooperativa Prospettiva. I destinatari, residenti nel territorio e in carico ai servizi sociali e sanitari del Distretto 16, sono coinvolti in un progetto personalizzato di inclusione attiva con lo svolgimento, per sei mesi, di  servizi di giardinaggio e cura del verde nello storico giardino catanese. L’idea è quella di un nuovo modello di welfare, volto a favorire, anche  in attuazione dei piani di zona previsti dalla legge 328/2000, l’inserimento lavorativo di soggetti in condizioni di svantaggio, e a rischio di esclusione, mediante un programma integrato d’intervento che promuova anche la responsabilità sociale della comunità locale e delle imprese.
La Cabina di regia del progetto è composta dai Comuni di Catania, Misterbianco, Motta Sant’Anastasia, da “Il Nodo-Prospettiva”, Azienda sanitaria provinciale, Centro per l’impiego di Catania, Casa circondariale di Catania, Istituto penale per minorenni di Catania, Ufficio distrettuale di esecuzione penale esterna Ct, Ufficio Servizio sociale minorenni Catania.