Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Servizi di connettività e multicloud Retelit per le aziende e gli operatori siciliani

Si è svolto oggi a Palermo l’evento “Connettività e Multicloud: soluzioni per far crescere il tuo business”, l’iniziativa organizzata da Retelit, in collaborazione con Open Hub Med, che ha visto tra gli ospiti operatori e aziende Made in Sicilia

PALERMO – Retelit, uno dei principali operatori italiani di servizi digitali e infrastrutture dal 2000 quotato alla Borsa di Milano – ha aperto oggi le porte del Data center Open Hub Med di Carini, primo hub neutrale in Italia per lo scambio delle comunicazioni dati nonché principale punto di approdo dei cavi sottomarini del Mediterraneo, per presentare le soluzioni per lo sviluppo tecnologico e la trasformazione digitale delle aziende siciliane. Durante l’evento, le aziende e gli operatori siciliani hanno avuto la possibilità di conoscere da vicino le soluzioni digitali e di telecomunicazioni di Retelit, un’offerta integrata articolata in :

  • soluzioni di connettività che permettono alle aziende con sedi in Sicilia di raggiungere e connettersi ad altissima velocità e bassissima latenza – grazie al polo di Open Hub Med e alla rete di Retelit – alle più importanti destinazioni in Europa, Asia e nel Middle East. Retelit, infatti, interconnette tutti i Data Center di Milano, d’Italia e d’Europa e i principali Internet Exchange nazionali e internazionali. Quella di Retelit è, inoltre, la prima e unica rete di trasporto a 200 Gbps in Italia che connette una tratta superiore ai 1.000 km da Roma a Milano (su dorsale tirrenica e adriatica), con un’infrastruttura ridondata e diversificata. La capacità complessiva è superiore ai 20 Tbps, garantendo fast restoration e continuità del servizio in assoluta affidabilità e sicurezza. Open Hub Med, inoltre, è connesso alla landing station di Bari, di proprietà di Retelit, punto strategico per gli interscambi dall’Asia e dall’Africa sul cavo AAE-1;
  • soluzioni cloud che, grazie alla piattaforma Multicloud di Retelit, sono in grado di gestire in logica end-to-end Cloud Ibridi, che comprendono servizi Cloud nei Data Center, outsourcing tradizionale di infrastrutture, Cloud Pubblici erogati da fornitori come Amazon Web Services e Microsoft Azure, offrendo in questo modo la più ampia copertura dei modelli di erogazione dei servizi IT e la massima flessibilità. Si aggiunge alla piattaforma un Marketplace costruito e pensato da Retelit, nato dalla sinergia con alcuni System Integrator per la proposizione di soluzioni in ambito IoT, Big Data, Smart Things;
  • soluzioni SD-WAN che permettono di gestire in maniera agile ed efficiente la comunicazione delle diverse sedi aziendali puntando al monitoraggio e alla risoluzione delle inefficienze delle reti. Il servizio SD-WAN integra in un’unica piattaforma la gestione di ambienti Data Center con ambienti WAN eterogenei dando autonomia al cliente finale nella gestione e nel monitoraggio della rete.

I tre benefici primari per il Sud Italia derivanti dall’aumento di capacità Internet e di connessioni disponibili grazie alle infrastrutture Retelit e Open Hub Med sono riassumibili in 3 punti:

  • impulso alla Digital economy e al recruiting delle professioni digitali (Industria 4.0 & Data Scientist);
  • vantaggi effettivi in tutti i settori economici come conseguenza della maggiore velocità e capillarità della connessione;
  • consolidamento e potenziamento dei diversi servizi di interesse pubblico, ad esempio nell’ambito sanitario o mobile banking, grazie alla maggiore connettività, soprattutto mobile.

L’offerta Retelit per operatori e aziende in Sicilia non fa che sottolineare quanto il Sud rivesta un ruolo decisivo nello scambio dati a livello globale e nelle strategie del gruppo Retelit che ha concentrato importanti investimenti, rilanciando la centralità dell’area come snodo strategico alternativo a Marsiglia per movimentare il traffico dati proveniente dal sud Europa. “La geografia e la storia hanno fatto della Sicilia una regione unica del Mediterraneo. La particolare dislocazione delle interconnessioni mondiali (dorsali internet) rinnova e trasforma in opportunità questa centralità” – ha commentato Enrico Mondo, Direttore Generale di Retelit presente all’evento – “Retelit crede da sempre che il Mediterraneo possa e debba recuperare una centralità strategica come gateway delle telecomunicazioni digitali e gli investimenti che abbiamo realizzato a Bari e in Sicilia ne sono la conferma”.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci