Sicilia Report
Sicilia Report

Speranza: “chiediamo a Pfizer di rispettare patti, serve serietà”

Pfizer: "Ora riduzione per modifica processi, dal 25 gennaio ritorno a normali consegne e aumento dal 15 febbraio"

Roma, 16 gen. – “Chiediamo a Pfizer di rispettare i patti perché organizzare una campagna una campagna di vaccinazione che riguarda milioni di persone non è uno scherzo. Non possiamo sapere a pochi giorni dall’arrivo di queste dosi che i numeri cambiano. Chiediamo serietà e rigore. Da Pfizer ci dicono che dalla prossima settimana le cose torneranno alla normalità.

Bottone 980×300

Noi chiediamo che venga rispettato tutto nel dettaglio perché la macchina organizzativa che abbiamo messo in piedi ha bisogno di assoluta puntualità”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza intervenendo a ‘Stasera Italia Weekend’ su ReteQuattro.

“Pfizer e BioNTech hanno sviluppato un piano che consentirà l’aumento delle capacità di produzione in Europa” e permetterà di fornire dosi di vaccino anti-Covid “significativamente più elevate nel secondo trimestre” dell’anno. Ad annunciarlo sono state le due aziende farmaceutiche, che in una nota hanno spiegato cosa c’è dietro al taglio delle consegne e ai ritardi conseguenti segnalati per i prossimi giorni. Per mettere in campo il piano di incremento produttivo, è la motivazione comunicata, “sono necessarie alcune modifiche dei processi di produzione. Di conseguenza, la nostra struttura a Puurs, in Belgio, subirà una riduzione temporanea del numero di dosi distribuite nella prossima settimana. Torneremo al programma originale di consegne nell’Unione europea a partire dalla settimana del 25 gennaio”, assicurano Pfizer e BioNTech. E’ previsto poi “un aumento delle consegne a partire dalla settimana del 15 febbraio – aggiungono – che ci consentirà di consegnare l’intera quantità di vaccino per cui ci si è impegnati nel primo trimestre e molto di più nel secondo trimestre”.
(Adnkronos)

Commenti