Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Ragazzi sindaci in Veneto

2

La Sicilia e il Veneto si sono incontrate in uno scambio di amicizia e di condivisa cittadinanza attiva, partecipando al gemellaggio tra i Consigli comunali della delegazione catanese (ragazzi sindaci di S. Agata Li Battiati, Tremestieri e Licodia Eubea) ed i Consigli dei ragazzi di Zevio, Palù, San Giovanni Lupatoto e Albaredo d’Adige, in provincia di Verona.
Con gioia ed entusiasmo i piccoli sindaci veneti, Angelica Pelattieri, Alberto Andreetto, Christian Taddei hanno accolto i “colleghi” siciliani, Sofia, Giulia e Paolo e nel corso di un convegno,presso la sala consiliare del Castello di Zevio, hanno scambiato esperienze e progetti di cittadinanza attiva e responsabile, nell’ambito della 66° edizione della Festa della mela che si celebra a Zevio la seconda domenica di ottobre.
Presenti i sindaci di Zevio: Diego Ruzza; di Palù: Gianni Brigo; di San Giovanni Lupatoto: Attilio Gastaldello, gli assessori e i consiglieri di Albaredo d’Adige, Oliva Trentin, e di San Giovanni Lupatoto Debora Serin ed un folto pubblico di cittadini.
È stato un proficuo scambio di progettualità educativa ed il CCR di Zevio ha presentato con immagini e video il report del viaggio in Sicilia in occasione del 25° dei Consigli comunali dei Ragazzi, celebrato a Catania il 21 maggio e delle giornate della legalità che si sono svolte a Monreale e a Palermo il 23 maggio nel ricordo dei giudici Falcone e Borsellino.
Animatrice dell’incontro è stata la prof.ssa Francesca Beltrame che coordina i CCR di Zevio e Palù e insieme all’assessore di Zevio, Paola Conti e alla presidente del Consiglio dell’Istituto “Altichiero di Zevio”, Anna Poletto con il marito Alberto Pelattieri, assessore di Palù, è stato celebrato un convegno di eccezionale importanza per gli sviluppi futuri che il progetto didattico del Consiglio Comunale dei Ragazzi, ideato a Motta S. Anastasia in provincia di Catania, dal preside Giuseppe Adernò, ha avuto nel corso di questi 25 anni .
Molto apprezzato è stato l’intervento del prof. Mario Mendica, già preside di Caldiero, il quale ha documentato il cammino e la valenza didattica del Consiglio dei Ragazzi, espressione di ampliamento dell’offerta formativa della scuola, palestra di cittadinanza e di partecipazione attiva, lezione di educazione civica applicata attraverso un “imparare facendo”, occasione di incontro e di formazione politica, imparando nel concreto che la politica è la “ricerca del bene comune” nella “scuola-piccola città”, e come diceva Paolo VI. “la più alta espressione di carità”.
Con un originale “Grazie” (g:gemellaggio, gioia, generosità; r: riconoscenza, ricordo; a: amicizia, armonia, ascolto, azioni da realizzare; z:Zevio, zelo; i:impegno, intelligenza; e: esempio ed entusiasmo) il preside Adernò ha sintetizzato il progetto del CCR che aiuta i ragazzi a crescere come cittadini attivi e responsabili.
La tre giorni veneta ha avuto come cornice culturale la visita della città di Verona, con l’incontro istituzionale al Comune di Verona, accolti dl Vice sindaco Luca Zanotto e dagli assessori alla Trasparenza Edi Maria Neri e all’Istruzione Stefano Bertacco e la visita all’Arena, alla casa di Giulietta e Romeo, a Castelvecchio, al Ponte di pietra e alle chiese di San Fermo e S. Anastasia. Sempre affascinante e carica di emozione la suggestiva visita alla città di Venezia, con la guida di Diego Fossà i ragazzi hanno visitato la scuola grande di San Rocco con i dipinti del Tintoretto, la Basilica di San Marco e alla splendida “pala d’oro” e dalla terrazza del fondaco dei tedeschi è stato ammirato il paesaggio della laguna.
Dopo la domenica della festa della mela con i mercatini, la visita guidata al Castello con gli interventi del prof. Tommaso Migliorini e della Dama dell’Ordine di Malta, Maria Rosa Bonomini, il suggestivo spettacolo delle artistiche fontane di acqua e fuoco, il viaggio si è concluso con la visita al Lago di Garda, ammirando il paesaggio incantevole del castello di Torri, del porticciolo di Lazise e il santuario della Madonna del Frassino a Peschiera sul Garda.
L’avventura dell’incontro e dei legami di amicizia che si sono instaurati tra i ragazzi sono dei piccoli semi che germoglieranno. E’ stata molto apprezzata la diligente cooperazione delle Amministrazioni locali, la vivacità culturale, lo zelo e il dinamismo didattico della scuola di Zevio. Adesso, consolidando i rapporti di amicizia con scambi e socializzazione di esperienze, riprende il giro ed il prossimo anno i ragazzi del Veneto sono attesi in Sicilia e quindi una nuova tappa in Veneto e nel nuovo programma si prevede la visita a Gardland.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci