Giardini Naxos (Me), 2 agosto 2021 – Sceglie l’antica città di Naxos, prima polis dei Greci in Sicilia – e dunque agorà ed embrionale laboratorio dell’intera civiltà occidentale – la XI edizione di “NaxosLegge, festival delle narrazioni, della lettura e del libro” [31 agosto – 1 ottobre 2021] che, con la direzione artistica di Fulvia Toscano, rinsalda la collaudata collaborazione con il Parco Archeologico Naxos Taormina diretto da Gabriella Tigàno. Ieri la presentazione dell’edizione numero 11 alla presenza dell’assessore regionale dei Beni Culturali, Alberto Samonà, sindaco di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi, di Fernando Massimo Adonia e Giuseppe Cerra, direttore e coordinatore della rivista letteraria collegata a NaxosLegge e dell’editore Matteo Luteriani.
“Questa XI edizione di NaxosLegge – commenta l’assessore Alberto Samonà – ricca di eventi che animeranno non soltanto Giardini Naxos, conferma il festival come momento ideale per un dibattito sulla cultura a 360° gradi a partire alle narrazioni, dal libro e dalla scrittura. Il tema, limiti, è di straordinaria attualità e collega le arti del festival alla condizione di ognuno di noi e ci proietta nell’ “oltre”, nell’infinita possibilità che abbiamo di connetterci e oltrepassare i limite”.
Oltre quaranta eventi nell’arco temporale di poco più di un mese per una manifestazione innovativa (il programma sarà su QRcode), partecipata e in continua evoluzione. “Prova ne sia – spiega la Toscano – la volontà di riperimetrare il festival, ampliandone i confini fino a Messina, Catania, Siracusa, Augusta e, nel messinese, a Montalbano Elicona, Roccalumera, Castelmola e Letojanni. Ma anche di rimodularne i linguaggi”. Grazie alla collaborazione con il Parco Naxos Taormina, infatti, si fanno spazio a NaxosLegge 2021 le arti dello spettacolo con due minirassegne: una sul cinema archeologico (1/2/3 settembre) in collaborazione con la rassegna omonima di Licodia Eubea e quella sul teatro (31/8, 7-9-12-15/9) con drammaturgie dedicate alla riscrittura del mito realizzate con Rete Latitudini, UniME, Cospecs, Dams ed Ersu. “Una iniziativa che ci ha conquistati da subito – commenta la direttrice Tigano – e per la quale abbiamo messo a disposizione il “Teatro della Nike” inaugurato lo scorso anno con il Premio Comunicare l’Antico. Uno spazio per noi altamente simbolico: è aperto sul mare ed è intitolato alla statua in bronzo di Carmelo Mendola che dal 1965 sancisce il gemellaggio fra Naxos e Calcide Eubea, in Grecia, da dove giunsero in Sicilia i primi coloni”.

Pubblicità

 

Fulcro di NaxosLegge si confermano gli incontri letterari con scrittori, intellettuali, giornalisti, poeti. Fra i vari ospiti figura Serge Latouche, filosofo ed economista francese teorico della “decrescita felice” (23/9); i poeti contemporanei Giancarlo Pontiggia, Giuseppe Conte e Davide Brullo per un focus su Dostoevskij, Celine e Baudelaire (28-30/9 con il DAMS e l’ERSU di Messina); il direttore del TG2, Gennaro Sangiuliano (22/9) sui nuovi assetti geopolitici globali; e poi per la sezione storica il grecista Lorenzo Braccesi per parlare di Alessandro Magno (7/9); lo storico Luigi Mascilli Migliorini su Napoleone (6/9) e Marina Montesano sul medioevo (21/9); la sezione “Le donne non perdono il filo” con il ricordo di Zaha Hadid affidato a Margherita Guccione (dir. Generale Creatività Contemporanea al MIC, Ministero della Cultura). Fra le chicche dell’edizione 2021, un ritratto inedito di Giuseppe Sinopoli, celebre direttore d’orchestra e insospettabile studioso di archeologia di cui sarà presentata la tesi di laurea sui palazzi assiro-babilonesi (9/9); l’omaggio ad Aurelio Pes, intellettuale siciliano, recentemente scomparso, fondatore della casa editrice Novecento che sarà ricordato, fra gli altri, da Carla Tatò, attrice visionaria per cinquant’anni sulla scena europea con il teatro d’avanguardia (19/9); mentre il 14/9 in diretta dal Cairo sarà il prof. Hussein Mahmoud, traduttore in arabo della Vita Nuova di Dante.

 

Annunciati i vincitori dei premi “Promotori della Cultura” (31/08) e “Comunicare l’Antico” assegnati a prestigiosi protagonisti della cultura e della comunicazione (04/09 con il Parco archeologico di Naxos nel corso del quale sarà presentato il progetto RE.MA. rete delle manifestazioni del mondo antico che coinvolge anche Milano e Roma). Infine, in collaborazione con l’Istituto di Cultura Mitteleuropea di Gorizia (ICM) un meeting internazionale fra Capitali della cultura. E’ il caso di Gorizia e Nuova Gorica: da un lato la città italiana, dall’altro quella slovena accomunate dal contestuale riconoscimento a Capitali della Cultura 2025. Entrambe, insieme ad Eleusi, Capitale europea della Cultura 2021 saranno ospiti del Comune di Giardini Naxos (5/9) per rinnovare il patto universale del dialogo di pace fra i popoli, nonostante la Storia e le guerre abbiano tracciato solchi ed eretto muri riscrivendo i “limiti” di città e luoghi che un tempo erano comuni.

 

Fra le novità 2021 di Naxoslegge, infine, la nuova rivista letteraria e un comitato scientifico costituito da Elena Aga Rossi, Simonetta Bartolini, Lorenzo Braccesi, Andrea Giuseppe Cerra, Flaminia Cruciani, Marinella Fiume, Giordano Bruno Guerri, Giuseppe Parlato, Lina Scalisi, Stenio Solinas, Dario Tomasello, Daniele Tranchida. La rivista s’intitola “Naxos, rivista di storia, arti, narrazioni” (Luni Editrice) ed è un semestrale abbinato al festival e diretto da Fernando Massimo Adonia che introduce con numerosi interventi d’autore il tema di quest’anno. “Un concetto che – spiega la Toscano – sarà declinato sotto il profilo estetico, storico e metastorico, geopolitico, antropologico e socioeconomico chiamando in causa a NaxosLegge studiosi, artisti, giornalisti ed intellettuali: un confronto serrato e plurale per una costruttiva analisi del presente e una percezione consapevole degli scenari futuri”.

Giardini Naxos (Me), 2 agosto 2021 – Dai direttori di grandi musei a insigni archeologi di levatura internazionale, da festival culturali e di letteratura sparsi in tutta Italia a produzioni cinematografiche originali e audaci. Anche per questa edizione 2021 NaxosLegge, diretto da Fulvia Toscano, assegna ambiti riconoscimenti in due distinte serate e in due ambiti differenti. Ieri, durante la presentazione del festival, è stato ufficializzato l’elenco dei premiati.

Riceveranno il Premio “Promotori della Cultura“ (Giardini Naxos, 31 agosto) il giornalista Felice Cavallaro per “La strada degli scrittori”;  Casa Berto (Festival di letteratura a Capo Vaticano); Roberto Ferrari (taorminese, dal 2021 direttore del Museo Galileo – Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze); Francesco Giubilei (editore Historica); Latitudini (Rete siciliana di Drammaturgia contemporanea); Libropolis, festival di letteratura e giornalismo di Pietrasanta (Lucca); Franco Maria Ricci (presidente Fondazione Italiana Sommelier); Franz Riccobono (messinese, studioso di archeologia e tradizioni popolari, vicepresidente Club Unesco Sicilia); Milena Romeo (ideatrice di Cara Beltà e dir. Artistico Le Cento Sicilie); Scuola “De Amicis” di Floridia, vincitrice del premio Maggio dei libri e a Trapani Capitale Cultura, per il ricco dossier della candidatura.

Per il Premio “Comunicare l’Antico”, (Giardini Naxos, 4 settembre) realizzato insieme con il Parco Archeologico Naxos Taormina, diretto dall’archeologa Gabriella Tigano, i premi saranno assegnati nel corso di una manifestazione ospitata dal parco nel Teatro della Nike inaugurato lo scorso anno. I vincitori 2021 sono: per la Sezione Archeologia Michel Gras (Direttore dell’École Française de Rome) e Pietro Giovanni Guzzo (Soprintendente archeologo emerito e Accademico dei Lincei); per la Sezione Musei il MANN di Napoli (direttore Paolo Giulierini) e Museo Salinas di Palermo (dir. Caterina Greco); per la Sezione Eventi le Dionisiache di Segesta (Rossella Giglio direttrice Parco di Segesta); Ludi Plautini di Sarsina (dir. Roberto Danese); Festival del Medioevo di Gubbio (dir. Federico Fioravanti); per la Sezione Cinema Matteo Rovere con Daniela Zanarini e Gianfranca Privitera per la sceneggiatura in protolatino della serie televisiva Romulus (produzione Sky, Cattleya – parte di ITV Studios – e Groenlandia); Gaetano Aronica interprete di Varo nella serie “Barbarians” di Netflix. Premio infine a Eleusi, Capitale Europea della Cultura fino al 2023

[Novità] IL TEATRO “Interpretare l’Antico”, direttore artistico Gigi Spedale
Cinque drammaturgie dedicate al mito dal 31/8 al 15/9, sempre al Parco di Naxos (Teatro della Nike)
“Agamennone” da Ghiannis Ritsos, di e con Filippo Luna, musiche in scena di Virginia Maiorana, produzione Nutrimenti Terrestri (31/8); “Persefone” con Elisa Di Dio  e Simona Miraglia, regia Laura Tornambene, produzione Compagnia dell’Arpa (7/9); “Didon Now” con Elisa Di Dio, coreografia Virgilio Rattoballi, produzione Compagnia dell’Arpa (9/9); “Pentesilea vs Achille” di Francesco Randazzo con Cinzia Maccagnano, Luna Marongiu, Cristina Putignano, produzione la Bottega del Pane (12/9); “Nostòs” coreografie Silvia Giuffrè, al violino Alessandro Librio, produzione Omonia (15/9).
Interpretare l’antico, con la direzione artistica di Gigi Spedale, è organizzata in collaborazione con la Rete Latitudini, Università di Messina, Cospecs DAMS ed ERSU di Messina.
INFO: Biglietti in prevendita su www.liveticket.it/latitudinirete. Prenotazione obbligatoria 3479285600; ingresso con GreenPass, certificato vaccinale o tampone delle 48 ore precedenti. Info convenzioni +393483813841
NOTA: tutti gli spettacoli di “Interpretare l’Antico” saranno al Teatro della Nike (Parco Archeologico di Naxos, ingresso Lungomare Tysandros)

[Novità] Il CINEMA “Vedere l’Antico”
In collaborazione con la Rassegna del Documentario archeologico di Licodia Eubea, minirassegna di tre giorni (1/2/3 settembre, ingresso libero) dedicata a film sui beni culturali. In programma: “Eis Pegas“, (tr. Alle Sorgenti) docufilm di Andrea Giannone sul sito rupestre di Cava d’Ispica (RG), in memoria di Anna Maria Sammito, archeologa di Modica, prematuramente scomparsa in luglio (1/9 h. 21); “Sicilia Grand Tour 2.0”, docufilm di Lorenzo Daniele che sarà presente alla proiezione (2/9 h. 21); “I leoni di Lissa”, film diretto da Nicolò Bongiorno (3/9 h. 21.30)
INFO: ingresso libero, occorre munirsi di Green Pass, certificato vaccinale o tampone delle 48 ore precedenti
NOTA: Tutte le proiezioni di “Vedere l’Antico” saranno al Teatro della Nike (Parco archeologico di Naxos, ingresso Lungomare Tysandros)

GLI INCONTRI A TEMA
Nello spirito del festival diffuso e itinerante che parte da Naxos sono decine gli appuntamenti in programma da Messina e fino a Siracusa riuniti dal fil rouge delle varie sezioni tematiche. Come “Le donne non perdono il filo” (a Letojanni il 16/9 con il premio a Elsa Emmy e Castelmola il 17/9 con un focus sull’architetto Zaha Hadid); “Sguardi a Oriente” (Lorenzo Braccesi e Giuseppe Sinopoli al Parco di Naxos, Lorenzo Nigro ad Augusta e Sarah Belzoni a SR con il coordinamento di Tamako Chemi); “Le opere e i giorni” (Luigi Mascilli Migliorini, Marina Montesano, Gennaro Sangiuliano); “Per voce sola” (la poesia contemporanea il 10/9 all’Odeon di Taormina, in collaborazione con l’Estroverso e il coordinamento di Grazia Calanna); “Scritture al Limite” (con i poeti contemporanei Pontiggia, Conte e Brullo all’Università di Messina dal 27 al 30 settembre); “Legalità e/è Bellezza” (a Giardini Naxos il 18/9 i magistrati Roberto di Bella e Sebastiano Ardita col coordinamento di Marinella Fiume e poi il 20/9 con Fabio Granata e la riedizione del libro dedicato a Paolo Borsellino). Cinque infine gli incontri ad Augusta (9/10/11/17/18 settembre) a cura di Mariada Pansera

[Novità] ANNIVERSARIO DANTE
Al padre della letteratura italiana, nel 700° anniversario della morte, sono dedicati vari momenti. Si comincia dal Parco Letterario intitolato al poeta Quasimodo di Roccalumera (Me) con “Quasimodo lettore di Dante” il 13/9; quindi la performance di letture collettive in giro per Giardini Naxos (“Cento voci per Dante”, il 14/9); l’incontro in videoconferenza da Città del Cairo con il prof. Hussein Mahmoud, traduttore in arabo de “La Vita Nuova” di Dante (14/9); e una mostra di Alessandro la Motta che, in chiusura di NaxosLegge, coinvolgerà le scuole.

NAXOSLEGGE E I GIOVANI
In collaborazione con “I Patti per la lettura del Comune di Giardini Naxos”, il 13 settembre, in piazza Municipio gli studenti del Liceo Caminiti presentano i booktrailer da loro realizzati durante il Piano Scuola Estate di queste vacanze 2021; mentre il 18/9 gli studenti del Liceo Maurolico di Messina saranno premiati per il video su “I cento passi”.

[Novità] LA RIVISTA LETTERARIA “NAXOS”
Ad introdurre i temi di NaxosLegge 2021 è “Naxos. Rivista di storia, arti, narrazioni”, la nuova rivista letteraria presentata insieme alla manifestazione. Semestrale diretto da Fernando Adonia e con il coordinamento redazionale di Andrea Giuseppe Cerra, per il primo numero si propone come un’anteprima del festival 2021 fornendo ai lettori gli autorevoli contributi di storici, archeologi, letterati, poeti, artisti coinvolti nella manifestazione itinerante di settembre. “Un’occasione – spiega la Toscano nel suo editoriale – per rileggere e riconsiderare quanto emerso dagli incontri proposti, in una prospettiva di ulteriore confronto-dibattito che prosegue negli incontri organizzati durante il corso dell’anno”.

A&B EDITRICE E LA COLLANA EDITORIALE “NAXOSLEGGE UNDER 40” E OMAGGIO A VERGA
Prosegue il percorso con la casa editrice etnea A&B e la collana “NaxosLegge Under 40” diretta da Marinella Fiume e dalla Toscano e che nasce come laboratorio di scrittura per giovani autori sotto i quarant’anni. Dopo le poesie di Mauro Curcuruto, in pubblicazione a fine settembre “Anna, la lupa” dedicato ad Anna Magnani, diretta da Zeffirelli ne “La Lupa” di Giovanni Verga. Un progetto che si inquadra nell’ambito dell’anniversario della morte di Verga (1922-2022). Autrice del volume è la saggista Katia Trifirò, docente al DAMS di Messina.

NAXOSLEGGE E IL CULTO DELLA VITE E DEL VINO A NAXOS
Sulla scia del culto per la vite, il vino e l’uva – rappresentata nelle monete dell’antica Naxos – si innesta l’evento dedicato ai “Vini di confine. Storie di uomini, vigne e vigneti dalla Milleleuropa al Mediterraneo”. Si tratta di una degustazione guidata con una selezione di vini siciliani e friulani realizzata in collaborazione con la FIS (Fondazione italiana sommelier) Sicilia e con l’ICM di Gorizia. A cura di Maurizio Micari (3/9, Lido di Naxos, su prenotazione)

 

NAXOSLEGGE 2021 | SOSTENITORI E PARTNERS
NaxosLegge 2021 è realizzato con il sostegno dell’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, del Parco Archeologico Naxos Taormina, dell’Università di Messina (Cospecs-DAMS ed Ersu), l’Istituto di Cultura Mitteleuropea di Gorizia (ICM), Rete Latitudini e Federalberghi Giardini Naxos.
E in collaborazione con i comuni di Giardini Naxos, Castelmola, Montalbano Elicona e Catania, Comunità ellenica dello Stretto, Istituto diplomazia culturale ellenica Catania, Istituto italiano cultura de Il Cairo, MuMe (Museo Interdisciplinare Regionale di Messina), Museo del Papiro (Siracusa), Parco Quasimodo, Liceo Caminiti Trimarchi, Rassegna del documentario e comunicazione archeologica di Licodia, Archeoclub Naxos-Taormina e Archeoclub Augusta; Fidapa, Proloco Giardini, le associazioni dei Patti per la lettura, Estroverso, Cento Sicilie, Altra metà, Pensiero radicale,  Città plurale, Res Nova; Civita; le case editrici Luni e AeB, FIS Sicilia, Vibook, Lido di Naxos, Villa Garbo, Sabato srl, I viaggi di Marco; Ginecos, Oasi San Marco, My Sicily experience.

Responsabilità editoriale Ufficio Stampa Carmela Grasso