Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Teatro Machiavelli: “Cantare la voce”, workshop intensivo tenuto da Serena Ganci

Opportunità formativa intensiva organizzata da "Ricreazioni", laboratorio teatrale permanente a cura di Orazio Condorelli, che avrà luogo nei giorni di sabato 7 e domenica 8 marzo

Tempo di lettura: 3 minuti

CATANIA – Serena Ganci terrà il workshop intensivo “CANTARE LA VOCE”, sabato 7 marzo, dalle ore 15.00 alle 19.00 e domenica 8 marzo, dalle ore 10.00 alle 14.00 al Teatro Machiavelli di Catania. L’iniziativa è organizzata da “Ricreazioni”, laboratorio teatrale permanente guidato dal regista Orazio Condorelli, in collaborazione con il Teatro Machiavelli, l’APS Ingresso Libero, la Fondazione Lamberto Puggelli e l’Università degli Studi di Catania.
Per informazioni e iscrizioni: 328 68 58 214 (h.17/20 anche WhatsApp) formazione@ingressolibero.eu
Costo: 50€

«Lo stage che vorrei proporre si concentra sul lavoro della voce corale armonica in relazione al movimento scenico – racconta Serena – Da diversi anni ormai lavorando il canto con gli attori ho capito quanto fosse importante fare un lavoro sulla voce e sul ritmo proprio su di loro all’interno del movimento scenico… spesso in ambito accademico gli attori studiano canto ma raramente riescono poi a utilizzare questo bagaglio in scena, proprio perché spesso scisso dal lavoro teatrale».
Lo stage si compone di tre momenti:
RITMICO
ARMONICO
IMPROVVISATIVO
Il primo si concerta sull’elaborazione dei ritmi dispari e sulla scomposizione degli accenti attraverso il corpo e la voce. Partendo dalla classica schiera si cerca di mettere in corrispondenza l’azione e il suono della voce; il secondo aspetto quello armonico parte dalla base classica dell’armonizzazione a tre voci applicata alla musica moderna e di matrice afro americana; la parte dedicata all’improvvisazione presenta sia un aspetto puramente improvvisativo sulle armonizzazioni libere sia la costruzione di un brano vero e proprio. Partendo da un soggetto comunemente scelto proviamo a scrivere testo e musica facendolo nascere appunto dall’improvvisazione per stimolare l’attore ad una creatività musicale che non debba sempre farlo ricorrere alla sola scelta di un repertorio per gli spettacoli sui quali lavora, ma alla possibilità di creazione musicale vera propria.

SERENA GANCI
Cantautrice palermitana si forma a Parigi conseguendo un dottorato di ricerca in musicologia e un diploma di canto jazz al conservatorio del 13eme Arrondissement. Negli anni parigini pubblica il suo primo disco “Scirocco” distribuito in Italia da Family Affaire. Collabora con diversi jazzisti della scena francese tra cui Stephane Belmondo, Aldo Romano, Romain Brizemur, Laurent de Olivera, Nicola Stilo.
Nel 2010 rientra in Italia e vince il primo premio assoluto del concorso per autori compositori e interpreti «Musicultura», nonché il premio AFI come miglior progetto discografico a Musicultura. Pubblica due dischi con il progetto «Iotatola» con la produzione di Maurizio Filardo. Con «Iotatola» si esibisce in Italia e all’estero (Carroponte, Rock in Roma, Premio Tenco, Alimentation Generale – Paris, Pop Komm – Berlin) partecipa anche a “Parla con me” di Serena Dandini ed è ospite di Radio2 Social Club Asiago, Live Isoradio…)
Dal 2013 Serena Ganci comincia un importante sodalizio con la regista Emma Dante con la quale va in scena come performer e compositrice con “Io, Nessuno e Polifemo”. Lavora come compositrice per “Odissea A/R”, ”Le baccanti” e nel 2018 per il ciclo delle tragedie greche di Siracusa “Eracle” dove si ritrova in scena come musicista e performer.
Le sue musiche sono state eseguite nei più importanti teatri italiani (Teatro Argentina, Teatro Carignano, Teatro Bellini, Teatro Olimpico, Teatro Biondo, Teatro Greco di Taormina, Teatro Vittoria, Teatro Greco di Siracusa, Teatro Greco di Pompei e Teatro Romano di Verona).
Serena Ganci ha scritto anche alcune musiche per il film di Paolo Genovese “Tutta colpa di Freud” e per il film francese della regista Caroline Deroix “L’Indompté”.
Serena attualmente è docente di canto alla scuola dei mestieri dello spettacolo del Teatro Biondo diretta da Emma Dante.

ORAZIO CONDORELLI
Regista e drammaturgo. Da molti anni si occupa di teatro sociale, svolge laboratori teatrali presso scuole, associazioni e istituti penitenziari. Nel 2009 scrive e dirige lo spettacolo Librino, candidato al prestigioso Premio Speciale Ubu e vincitore del Mediterranean Experience Festival 2011.
Nello stesso anno è vincitore del primo premio al concorso “Una Storia in Scena per celebrare i 150 anni dell’Italia Unita” indetto dal Teatro Stabile di Catania. Nel 2017 scrive e dirige “Kryptonite” Menzione speciale della giuria per l’interpretazione al Minimo Teatro Festival di Palermo. Nel 2018 scrive e dirige “Alla Furca” con Salvatore Tringali. È attualmente impegnato in un nuovo progetto con lo scrittore Daniele Zito, l’attore Salvatore Tringali e il musicista Flavio Riva.

TEATRO MACHIAVELLI DI PALAZZO SAN GIULIANO – PIAZZA UNIVERSITÀ, 13 – CATANIA

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci