Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Stasera a Gammazita proiezione del film “Pride”

Il primo di molti eventi che preannunciano la manifestazione del 29 giugno prossimo a Catania

96

CATANIA – Stasera alle ore 20:30, presso Gammazita (Piazza Federico di Svevia, 92) verrà proiettato il film “Pride”(film sottotitolato in inglese), il primo dei tanti appuntamenti che preannunciano il Catania Pride 2019 del il prossimo 29 giugno. Anche il comitato del Catania Pride sarà presente alla proiezione del film e si ripromette di fornire informazioni a chiunque voglia. Come hanno dichiarato gli organizzatori sulla loro pagina Facebook – “Quest’anno stiamo lavorando per regalare alla città concerti, proiezioni, presentazioni di libri con autor* e momenti ludico-ricreativi! Coloriamo Catania con l’arte, la cultura e tutta la favolosità che ci scorre nelle vene!”. Un Pride quest’anno che, dovrebbe essere motto di ricorrenza dei 50 anni dei disordini di Stonewall del 28 giugno 1969 (quando la comunità LGBT comprese che per resistere ai soprusi della polizia e della società doveva organizzarsi un “movimento politico” rivendicativo e di lotta) e che vedrà probabilmente un gemellaggio attivo tra le comunità di Catania e di Siracusa (l’evento sarà il 22 p.v.) all’interno di una profonda collaborazione in vista di obiettivi comuni, fatto per l’appunto dichiarato dal presidente dell’associazione siracusana Armando Caravini su ragusanews.com.
L’ingresso alla visione del film è assolutamente gratuito.
Trama del film “Pride” (2014)
In occasione del Pride di Londra del 1984 Mark Ashton, giovane attivista gay e membro della Young Communist League, ha l’idea di raccogliere fondi per sostenere la lotta e il lungo sciopero dei minatori, vessati dalle scelte politiche della premier Margaret Thatcher. Mark nota come i gay e le lesbiche siano vittime dello stesso sistema e punta così a costruire un legame di solidarietà con i lavoratori in lotta. Preso dall’entusiasmo propone la sua idea nel corso di una riunione e ottiene il supporto di compagni e una compagna per la creazione del gruppo “Lesbians and Gays Support the Miners” (LGSM), il cui scopo è quello di raccogliere donazioni nella comunità gay e lesbica londinese in sostegno dei minatori.
Decidono quindi di contattare direttamente i lavoratori di un paesino minerario del sud del Galles, Onllwyn, che accettano il loro aiuto. La conoscenza diretta, l’entusiasmo dei giovani attivisti e la consistenza delle donazioni che riescono a raccogliere sciolgono pian piano i pregiudizi di una piccola comunità chiusa e tradizionalista, spianando la strada a una stabile solidarietà.
Concluso lo sciopero, si riunisce LGSM, in tempo per partecipare al Pride di Londra del 1985, nel quale gli organizzatori vorrebbero costringerli a rinunciare al loro striscione o a piazzarsi in coda al corteo. I minatori gallesi però non si sono dimenticati dei loro sostenitori e raggiungono il Pride in massa con numerosi pullman, meritandosi – tra lo stupore generale – la testa della manifestazione. In seguito le Unions inglesi, su impulso dei sindacati dei minatori, includeranno i diritti delle persone gay e lesbiche nei loro statuti.
Potrete finanziare il Catania Pride attraverso donazioni volontarie la sera stessa dell’evento o su https://buonacausa.org/cause/cataniapride2019 .
NOTIZIA DEGLI ORGANIZZATORI
Come sempre, si può anche contribuire al finanziamento del Catania Pride partecipando all’apericena di autofinanziamento da noi preparato (costo 5€ a piatto). Vi aspettiamo alle ore 19:00 per l’apericena!

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci