Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Si conclude il “Viva Voce Talent”: vincono Rupert e la Compagnia Folkloristica Temari

Il talent ha previsto due giurie: una di professionisti composta da Francesca Ferro, Luca Russo, Andrea Azzurra Gullotta, Daniele Gangemi e Loris Amato; l'altra da una giuria social

Tempo di lettura: 2 minuti

Si è concluso il Viva Voce Talent con la vittoria finale di Rupert, decretata dalla giuria di esperti e della Compagnia Folkloristica Temari, per la giuria popolare.
Il talent strutturato in forma di gara a premi, ha previsto due giurie. Una di professionisti composta da Francesca Ferro, Luca Russo, Andrea Azzurra Gullotta, Daniele Gangemi e Loris Amato, ed essendo unicamente virtuale, una giuria social.
I risultati sono stati sempre sorprendenti e con colpi di scena.
Infatti Rupert, che in un primo momento non era passato in semifinale, è stato ripescato dall’associazione culturale Viva Voce, organizzatrice dell’evento, e rimesso in circolo nel girone dei semifinalisti. Con le sue tre performance, soprattutto con l’interpretazione del brano di Alex Baroni “La distanza di un amore”, è riuscito ad arrivare in finale e, col brano di Mina “Volevo scriverti da tanto”, vincere all’unanimità dei giudici.
Per lui tripla premiazione: premio della Stampa, premio del Giudice Andreazzurra Gullotta e premio di una collaborazione artistica con Luca Russo.

Altra storia è l’escalation della Compagnia Folkloristica Temari, che direttamente dal Messico e precisamente dalla città di Ciudad Juàres , hanno accorciato le distanze con il loro calore e la loro instancabile grinta. A loro è andato come premio, un gemellaggio artistico con l’Accademia professionale di danza “Il Balletto”di Luca Russo.
Una sfida incredibile che ha motivato anche Martina Isaia di 16 anni, ad impegnarsi sui social a farsi apprezzare con la sua incantevole voce. Una lotta impari, diremmo, ma che ha dato filo da torcere alla compagnia Messicana fino alla fine e con ottimi risultati.
Una vittoria sopra le righe quella di Martina, aggiudicandosi il premio della nota influencer Tiziana Cammisa e una collaborazione con il noto regista Daniele Gangemi, oltre all’ intervista su MCtv con Alessandro Giuffrida e un cadeau dello sponsor “LeTes”.
Tutti i finalisti sono rimasti basiti dal fatto che in sede di giudizio finale, i giudici esperti hanno elargito come premi secondari, collaborazioni con artisti di altri settori, venendosi a creare una mescolanza di generi senza precedenti.
L’illusionista Luigi Lamagna, l’arpista Francesca Maria Lo Verdi, e la ballerina Gloria Patanè, sono stati infatti scritturati per uno spettacolo da Loris Amato, mentre l’attore e regista Bruno Mirabella è stato scelto per una collaborazione da Andreazzurra Gullotta, Noemi Sava da Francesca Ferro per uno stage, provini e collaborazioni, Rupert per uno spettacolo di danza da Luca Russo.

Agli altri finalisti, Federica Costanzo, Francesco Di Mauro, Agata Sava sono stati riconosciuti altri premi dall’associazione culturale Viva Voce.
Non sono mancate inoltre due menzioni speciali per due semifinalisti: il giovane attore e cantante Anthony Foti da Francesca Ferro e la coreografa Melissa Zuccalà assieme ai ballerini Asia Scuderi e Michele Pastorini, da Luca Russo.
Non ultimi i cadeaux degli sponsor, che l’associazione ha voluto sostenere nei mesi delle restrizioni, ovvero Amaro dell’Etna, Agrosan, Tenuta Campanaro, Fiorelleria Mirabella, Le Tes.

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato come contributo esterno. Il contenuto non è quindi un articolo prodotto dalla redazione di Sicilia Report.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci