Sicilia Report
Sicilia Report

Serata in coproduzione di Scenario pubblico e AME Associazione Musicale Etnea

In scena i danzatori di MoDem PRO e della CZD2 e i musicisti L'écume des jours a Scenario Pubblico il 19 e 20 dicembre

CATANIA – Dopo un lungo percorso di studio sul linguaggio MoDem della Compagnia Zappalà Danza, 30 danzatori provenienti da tutto il mondo si esibiranno in Muddica After Seeds, serata di danza e musica che andrà in scena sul palcoscenico di Scenario Pubblico Giovedì 19 (ore 20.45) e Venerdì 20 dicembre (ore 20:45). In questa occasione verrà presentata in prima assoluta la creazione Acherontia di Silvia Oteri, realizzata insieme ai danzatori della giovane compagnia zappalà danza CZD2.
La serata è realizzata in coproduzione con l’AME Associazione Musicale Etnea. I giovani danzatori hanno infatti collaborato per l’occasione con i giovani musicisti Vittorio Auteri e Simone Spampinato/L’ecume des jours.

Muddica After Seeds racchiude le ricerche coreografiche di alcuni danzatori presentate durante gli appuntamenti Seeds#1 e Seeds#2 e rielaborate dal direttore Enrico Musmeci per creare un legame collettivo, a volte mantenendo le strutture integrali altre volte selezionando le idee più originali o scomponendo le stesse costruzioni coreografiche.
MoDem PRO è composto da 30 danzatori, selezionati in audizioni tenute nelle principali città europee e ritenuti idonei a sviluppare il linguaggio della Compagnia Zappalà Danza. Il lavoro del programma MoDem PRO si è sviluppato attraverso una limpida analisi delle pratiche e dei codici gestuali tipici del vocabolario della compagnia così da portarlo in scena, come in questa occasione nei Muddica After Seeds.

Chiuderà l’intensa serata Acherontia (fuga nel sogno), nuova coreografia di Silvia Oteri, giovane coreografa che ha iniziato il suo percorso professionale nel 2011 all’interno dello stesso MoDem.
Farfalla dall’emblematico aspetto, Acherontia solletica sin dal suo primo apparire le fantasie dell’uomo, facendo emergere alla coscienza di ognuno le recondite sensazioni di ignoto e di timore. Se la farfalla incarna il mistero della metamorfosi, il mutamento è la naturale evoluzione spirituale degli esseri.

Da alcuni anni le due strutture catanesi Scenario Pubblico/Centro Nazionale di Produzione della Danza e AME Associazione Musicale Etnea hanno intrapreso un percorso di collaborazione nell’ambito della giovane creatività, portando giovani danzatori e musicisti a lavorare insieme per la realizzazione di produzioni di danza e musica dal vivo, create dagli stessi giovani artisti.

Scenario Pubblico avvia le sue attività nel 2002. Situato nei pressi del centro storico di Catania ha in Roberto Zappalà l’ideatore e promotore del suo recupero. Una struttura dei primi del 900 acquistata grazie all’intervento di privati e ristrutturata con fondi europei, pensata per la danza contemporanea, raro esempio in Italia di centro coreografico europeo e diventato presto punto di riferimento per la danza nel Sud Italia. Nel 2015 il MiBAC riconosce Scenario Pubblico con la Compagnia Zappalà Danza quale uno dei 4 Centri Nazionali di Produzione della Danza. La struttura si articola in uno spazio per le performance da 150 posti con un grande palco ottimamente attrezzato, due ampie sale prove, un bar/ristorante, uffici, un archivio video e una foresteria. Il focus principale è posto sulla danza contemporanea e al suo interno si sviluppano attività di produzione, programmazione, ospitalità, formazione e divulgazione.

I commenti sono chiusi.

Pubblicità