Anna Rita Fontana - Scam

CATANIA – Dopo il concerto d’apertura di domenica, che ha visto protagonisti il tenore Riccardo Palazzo e la pianista Graziella Concas, la Società Catanese Amici della Musica ha ufficialmente riaperto il sipario. «La stagione di quest’anno intitolata “Incontri d’Arte”– spiega il presidente Anna Rita Fontana – punta più che mai alle interazioni tra le forme artistiche, per evidenziare come l’aspetto composito di una cultura ad ampio raggio possa essere la migliore risorsa per alimentare ed elevare il nostro spirito, in un momento storico che presenta un forte rischio di impoverimento culturale». Il cartellone 2021-2022 della SCAM avrà in agenda un susseguirsi di eventi che partiranno proprio domenica 6 giugno 2021, alle ore 19.30 con il webinar Ludwig van Beethoven, avvincente maestro di Bonn”, interamente dedicato al genio creativo del compositore tedesco. Un appuntamento particolarmente caro al presidente e direttore artistico, Anna Rita Fontana – che ne sarà anche relatore – e organizzato in collaborazione con i club service “Kiwanis- Distretto Italia-San Marino-Divisione 2 “Etna Patrimonio dell’Umanità” presieduto dal Luogotenente dottore Alfio Cavallaro e dal “Kiwanis- Catania Centro” di cui è Presidente il dottore Giuseppe Greco. «In questi mesi ci siamo sentiti defraudati, perché non abbiamo potuto fruire delle manifestazioni dal vivo – aggiunge la Fontana – ma abbiamo anche compreso l’importanza del digitale che reputo altrettanto formativo. Per questo, in futuro, mi prefiggo di spianare un nuovo sentiero con altre attività online da affiancare agli incontri in presenza. Da sempre, infatti, promuoviamo nelle scuole iniziative a carattere musicale, un impegno per noi fondamentale che rinnoveremo anche il prossimo anno. Magari questo sarà il giusto compromesso per suscitare maggiormente l’interesse dei più giovani».

Pubblicità

In linea con la politica dell’Associazione, attenta alla divulgazione della musica colta e dell’arte, come sempre la partecipazione al seminario sarà gratuita. «Beethoven è una delle pietre miliari della storia della musica – spiega il critico – ha dato un notevole impulso allo sviluppo delle forme emblematiche del Classicismo: la sonata, la sinfonia e il concerto; sia dal punto di vista della tecnica che della spiritualità. Durante il seminario restituirò una panoramica del contesto storico in cui il Maestro ha vissuto assimilando gli ideali della Rivoluzione francese. Basti pensare che a Napoleone Bonaparte dedicò la “Terza sinfonia”, dall’andamento solenne e maestoso, come anche il “Concerto per pianoforte e orchestra n.5” detto “L’Imperatore”, dai ritmi imponenti e grandiosi. Affronteremo poi anche la sua inclinazione all’introspezione e alla spiritualità, affinata dalla malattia. Non dimentichiamo che sin dall’età di ventisei anni fu affetto da ipoacusia all’orecchio sinistro che in seguito si acuì portandolo, nel 1815, alla sordità completa. Credo che la sua straordinarietà risieda anche in questa sua capacità di concepire mentalmente le opere e di trasferirle, poi, sulla partitura».

Saranno diversi gli spettacoli che andranno ad allietare l’estate catanese. Sabato 12 giugno, all’Auditorium dell’Istituto Sacro Cuore, si terrà il concerto del Duo Davi composto dalla pianista Giulia Russo e dal violoncellista Francesco Angelico, su musiche di Johannes Brahms, Francesco Cilea e Mario Pilati. Il 26 giugno sarà la volta della pianista messinese Cinzia Dato, una delle interpreti più apprezzate della sua generazione e vincitrice per ben due volte del First Prize Winner che l’ha portata a esibirsi al Carnegie Hall di New York. Nel recital, che la vedrà protagonista, suonerà le Variazioni in Do maggiore per pianoforte sul tema del “God save the King” e la Sonata per pianoforte n. 26 in Mi bemolle maggiore op. 81 “Gli addii” di Ludwig van Beethoven oltre al “Preludio” op.3 n.2 in Do diesis minore e la Trascrizione dei tre movimenti per violino di Rachmaninov.

«Da sempre la Scam – evidenzia la Fontana – si prefigge di valorizzare i talenti locali e Cinzia Dato, che vanta un curriculum di pregio, sarà una delle chicche di questa stagione che come sempre vedrà la presenza di molti artisti siciliani. In questo senso, con la presidente dell’“Associazione Maestro Musmarra”, Vera Torrisi, dedicheremo un apposito incontro al compositore e direttore d’orchestra acese, scegliendo alcune arie dal suo repertorio che faremo eseguire a due cantanti lirici. Sarà ancora una volta un modo per aprirci ai nostri talenti, valorizzandoli».

Fondata nel 2020, l’Orchestra Orfeo diretta dal M° Domenico Giovanni Famà, chitarrista e compositore, si colloca perfettamente all’interno di un cartellone musicale così congeniato. Lo spettacolo, che vedrà la partecipazione solistica del flautista Enrico Luca, sarà realizzato in co-produzione con il Teatro Massimo Bellini di Catania, ente con il quale da tempo la SCAM si onora di collaborare. Sono altresì previsti un concerto lirico per celebrare la scrittura compositiva di Giovanni Pacini, un appuntamento con il gruppo da camera Orchestra del Parnaso e una serata con il duo costituito dal fisarmonicista Maurizio Burzillà e dal flautista Domenico Testaì, che omaggeranno il compositore Astor Piazzolla, in occasione del centenario della sua nascita. A proposito di anniversari, per celebrare il settecentenario della morte di Dante Aligheri si terrà la conferenza “Dante e la musica” sulle opere che grandi compositori come, Franz Liszt e Giovanni Pacini hanno dedicato al Sommo Poeta; con un approfondimento particolare sull’opera lirica “Francesca da Rimini” di Riccardo Zandonai su libretto di Tito Ricordi, tratta dall’omonima tragedia di Gabriele D’Annunzio. In questo parallelismo fra le arti, troviamo anche un appuntamento su musica e pittura, che vede molti riscontri non solo in artisti di epoca romantica ma anche fra le Avanguardie del Novecento, con l’esposizione di due artiste siciliane.

Abbonamento euro 120,00. Biglietto euro 10,00, ridotto under 25 euro 7,00.
All’interno della sala saranno garantite tutte le misure necessarie: posti distanziati e a file alterne, misurazione della temperatura all’ingresso e igienizzante. È obbligatorio indossare la mascherina. Ingresso solo su prenotazione e fino a esaurimento posti.
Per informazioni è possibile contattare l’indirizzo email: [email protected]

Società Catanese Amici della Musica: Istituzione fra le più prestigiose in ambito cameristico e sinfonico, la SCAM, vanta una lunga storia iniziata nel lontano 1935 per volere del professore Guido Libertini. Oggi sotto la guida del critico musicale Anna Rita Fontana, subentrata al compianto Tony Maugery  che ne è stato presidente per oltre vent’anni donandole l’esclusiva del Premio internazionale “Bellini d’oro”, porta avanti la riscoperta del patrimonio musicale locale e la valorizzazione di artisti siciliani.  

 Anna Rita Fontana: docente di musica, pianista e giornalista, si è diplomata in Pianoforte all’Istituto Musicale “Vincenzo Bellini” di Catania dopodiché ha studiato Discipline della Musica all’Università di Bologna. Ha frequentato i Corsi Musicali Internazionali di Camogli curati dal compositore Carlo Mosso (allievo di Malipiero), il Corso Internazionale di Canto Gregoriano a Cremona col docente Nino Albarosa e la Masterclass pianistica di Perfezionamento col maestro Jorg Demus. Nel 2008 ha curato il saggio“Il ruolo del pianoforte nel Quintetto romantico”mentre in veste di critico musicale ha collaborato con diverse testate giornalistiche fra cui il “Giornale di Sicilia” e “Vivere” inserto del quotidiano “La Sicilia”, attualmente scrive per il “Bellininews”, “Sicilymag” e “Laòs”. Nel 2010 è stata la relatrice alla IV Edizione Giornate Europee dell’Opera e della Musica in occasione della mostra documentaria per commemorare il tenore Giuseppe Distefano scomparso nel 2008. Nel 2017 è stata nominata Vicepresidente della Società Catanese Amici della Musica e dal 2019 ne è anche direttore artistico.

“Incontri d’arte” stagione 2021-2022

  • Domenica 6 giugno 2021, alle ore 19.30, webinar Ludwig vanBeethoven, avvincente Maestro di Bonn” condotto dal critico musicale Anna Rita Fontana e realizzato in collaborazione con il “Kiwanis-Distretto Italia San Marino-Divisione 2 Etna Patrimonio dell’umanità” presieduto dal Luogotenente dottore Alfio Cavallaro e il “Kiwanis-Catania Centro” di cui è Presidente il dottore Giuseppe Greco
  • Sabato 12 giugno 2021, alle ore 19.00 all’Auditorium dell’Istituto Sacro Cuore, concerto del Duo Davi formato dalla pianista Giulia Russo e dal violoncellista Francesco Angelico. Musiche di Johannes Brahms, Francesco Cilea e Mario Pilati.
  • Domenica 26 giugno 2021, alle ore 19.00, all’Auditorium dell’Istituto Sacro Cuore recital pianistico di Cinzia Dato. Musiche di Beethoven e Rachmaninov.
  • Duo composto dal flautista Domenico Testaì e dal fisarmonicista Maurizio Burzilla’, che eseguirà i brani più celebri del compositore argentino Astor Piazzolla in occasione del centenario dalla nascita.
  • Concerto dell’Orchestra Orfeo diretto dal M° Domenico Giovanni Famà e realizzato in co-produzione con il Teatro Massimo Bellini di Catania. Flauto solista: Enrico Luca.
  • Per i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, il critico Anna Rita Fontanacondurrà l’incontro “Dante e la musica”. Partendo dalle composizioni di Franz Liszt e Giovanni Pacini arriverà all’opera “Francesca da Rimini” di Riccardo Zandonai, su libretto di Tito Ricordi, tratta dall’omonima tragedia di Gabriele D’Annunzio. Un’attrice leggerà il V Canto dell’Inferno.
  • Incontro sul tema “Le liriche da camera di Francesco Musmarra” in collaborazione con l’omonima Associazione di Acireale a lui intitolata e presieduta dalla dottoressa Vera Torrisi. L’appuntamento vedrà la presenza di due interpreti belcantistici e di un pianista.
  • Concerto lirico in onore di Giovanni Pacini.
  • Concerto dell’Orchestra del Parnaso.
  • Appuntamento su musica e pittura con l’esposizione di due artiste siciliane.