Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280

‘In Fondo al Mare un oceano di grandi opportunità’ al Politecnico del Mare ‘Duca degli Abruzzi’ di Catania

 

Eccellenza, occasioni, senso di appartenenza e la costanza di mettersi continuamente in gioco per accettare sfide sempre più grandi ed impegnative. Tutto questo, e molto altro ancora, è “In Fondo al Mare…un oceano di grandi opportunità”. L’appuntamento è stato organizzato dall’I.S.I.S. Politecnico del Mare “Duca degli Abruzzi” di Catania.

Un trampolino di lancio che, alla “Jonica Diving School”, formerà moltissimi alunni creando così guide turistiche e futuri operatori tecnici subacquei. Momento speciale, dedicato a Franco Battiato, con i “piccoli violinisti” dell’istituto comprensivo “Malerba”, diretti dalla professoressa Emilia Belfiore, che hanno suonato “La Cura”. Presenti all’evento, Comandante Trogu Della Direzione Marittima di Catania, il presidente dell’Its di Catania prof. Antonio Scamardella, l’ammiraglio Gaetano Fasano, il luogotenente Domenico La Pusata, l’assessore al Mare del Comune di Catania Michele Cristaldi, il Dirigente USP di Catania Dott. Emilio Grasso, la Soprintendenza del Mare della Regione Sicilia (rappresentata dalla Dott.ssa V. Livigni, il Dott. Pietro Selvaggio e la Dott.ssa Floriana Agneto), la Dott.ssa Pamela Munzone, l’assessore regionale ai Trasporti On.Falcone, la madrina della giornata Dott.ssa Eleonora Salvo dama del nastro Azzurro, Dott. F.Arcifa, Dott. F.Papale dell’Aereoclub CT, Dott.R Nanfitò, Dott.ssa M.P. Raciti, Preside A.Pappalardo, Padre Claudio Cicchello, gli Armatori Caronte Tourist Dott. Vincenzo Franza e Dott. Lorenzo Matacena, la Delegazione dell’istituto Ferrarin composta dal DSGA Dott.ssa Messina Silvia, dalla Prof Achille Comis, dalla Prof Zaira Giovene, dalla Prof Giovanni Napoli e dall’Arch. Leta ITS Ragusa. La teoria che diventa tutt’uno con il mondo del lavoro attraverso sfide continue per testare sul campo le conoscenze acquisite nei laboratori e nei corsi dell’istituto di Catania.

Un iter procedurale che riguarda decine di ragazzi per una carriera di grandi responsabilità e che richiede profonde competenze marinare. Concetti ribaditi anche dal Presidente della Regione Sicilia, On. Nello Musumeci, che è intervenuto attraverso un messaggio rivolto alla scuola ed ai suoi studenti.

Tra gli ospiti che si sono alternati sul palco anche gli armatori della Caronte Tourist con Lorenzo Matacena che ha sottolineato come “ci riempia di gioia questo gesto affettuoso rivoltoci da quest’istituto, che è un’eccellenza siciliana nella formazione di donne e uomini del mare. L’attenzione alle persone è da sempre radicata nella nostra società, così come l’amore per il mare. Anche mio nonno, come è stato detto, amava il mare ed era molto attento alle persone e soprattutto ai giovani e oggi sarebbe ben felice di essere in una fucina di giovani professionisti del mare promettenti”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Vincenzo Franza. “Abbiamo grandi progetti per il futuro. Quando investiamo sulle giovani generazioni, investiamo di fatto anche sulla nostra azienda. Il desiderio è quello di vedervi sulle nostre navi e ce la stiamo mettendo tutta anche per darvi imbarcazioni all’avanguardia”. Nel corso della seconda fase della manifestazione la dirigente Morsellino, con gli armatori della Caronte Tourist Vincenzo Franza e Lorenzo Matacena, ha scoperto la targa con cui vengono ufficialmente intitolati i laboratori per le attività marittime dell’istituto a Giuseppe Franza ed a Elio Matacena come “Fulgidi esempi dell’imprenditoria dei trasporti turistici e commerciali nella terra di Sicilia”. “Si tratta di un gesto doveroso nei confronti di una compagnia a cui noi siamo molto legati- ha concluso la preside del Politecnico del Mare di Catania- con loro, e con tutti i nostri partner, lavoriamo con la convinzione di poter dare a questi ragazzi prospettive, obiettivi, giuste ambizioni e la possibilità di non smettere di sognare e di credere in tutto ciò che fanno per il loro futuro”.

I commenti sono chiusi.