“Il muro” con Turi Zinna a Palazzo De Gaetani

di
A San Berillo un lavoro scritto ed interpretato dall'attore

CATANIA – Domani sabato 9 e domenica 10 marzo alle 21 a Palazzo De Gaetani (San Berillo) avranno luogo due repliche dello spettacolo “Il Muro – Cronachetta drammatronica di una civile apartheid” scritto e interpretato da Turi Zinna e spin-off della più celebre Ballata per San Berillo. È uno spettacolo multifocale e politematico, che ingloba nella forma del live set multimediale gli elementi di un canto epico sprovvisto di eroi. Una storia per errore recitata come una canzone techno lunga 50 minuti all’interno di una dj/vj performance. La regia audio visuale è gestita direttamente sul palco dall’attore performer che processa in live la sua stessa voce e che condensa a sé il disegno teatrale divenendo l’onnipresenza e onnipotenza del singolo sul tutto e sul dettaglio, nel giogo di deformare spazi e suoni e tessere una partitura sonora e gestuale nel tempo dell’ascolto. Forma e contenuto richiedono lo sforzo di diventare simbolo e metafora: la struttura complessiva dell’opera si ispira ai topoi della comunicazione odierna, in cui parola-memoria-suono-immagine, fusi in un fluxus incessante, sono generatori di un nuovo territorio spazio temporale all’interno del quale ha preso sede l’ordinarietà contemporanea. In funzione di ciò l’esecutore si adopera in un linguaggio frequenziale, col supporto della musica dal vivo e di frammenti video, estrapolati da storici film astratti dell’inizio del Novecento (Man Ray, Hans Richter, Walter Ruttmann, Aldo Tambellini, Viking Eggelling).

drammaturgia ed esecuzione
TURI ZINNA
musiche
GIANCARLO TRIMARCHI – FABIO GRASSO
visual design
CRISTINA SANTANGELO/MAMMASONICA LAB di LUCA PULVIRENTI
scene
SALVO PAPPALARDO
direzione tecnica
ALDO CIULLA
segreteria organizzativa
ANDREA A. MACCARRONE
comunicazione e stampa
VINCENZA DI VITA
regia
FEDERICO MAGNANO SAN LIO

Motto: Quando il regime arriva le folle ballano