spot_imgspot_img
HomeEventiIl 16 giugno a Messina l'anteprima del SalinaDocFest

Il 16 giugno a Messina l’anteprima del SalinaDocFest

Si tiene a Messina, al Monte di Pietà, domenica 16 giugno la Finestra SalinaDocFest – Messina, anteprima della diciottesima edizione del SalinaDocFest che si terrà dall’11 al 15 settembre 2024 con la direzione artistica di Giovanna Taviani, da questa edizione affiancata da Antonio Pezzuto. Libertà è il tema che porta il SalinaDocFest alla sua maggiore età: 18 anni di cinema sull’isola di Salina, per una edizione che vede, nell’anteprima messinese, un primo sviluppo del tema della Libertà – Come essere liberi, un tema quanto mai urgente oggi, nel nostro Paese e in tutta l’ Europa, a cui cercheremo di rispondere – dichiara la Taviani – attraverso un programma intenso di film, incontri con gli autori, spettacoli, a partire da questa importante anteprima messinese con uno degli amici storici del Festival Giuseppe Fiorello, dedicata al disagio adolescenziale e al sogno dei giovani di amarsi senza paura.

Pubblicità

 

La serata a Messina, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, è realizzata grazie al sostegno di Città di Messina e Città Metropolitana di Messina, si tiene a partire dalle ore 18:30 con una degustazione esclusiva aperta al pubblico dei vini eoliani dell’Azienda Agrobiologica Salvatore D’Amico di Leni Salina e dell’Azienda Agricola Biologica Antonino Caravaglio di Malfa Salina, con l’intervento di Salvo Foti, enologo siciliano, che farà una breve presentazione del percorso dei vini dal titolo ComeAmareBene&ComeBereBene.

 

A seguire, alle ore 20:30, la consegna da parte del Sindaco di Messina, Federico Basile, del Premio Speciale Sdf – Città Di Messina al film Stranizza d’amuri, esordio alla regia dell’attore Giuseppe Fiorello e interpretato da Simona Malato, Fabrizia Sacchi, Samuele Segreto e Gabriele Pizzurro. Il film, che sarà proiettato alle 21:30 alla presenza del regista e attore siciliano, ha recentemente ricevuto il Nastro d’Argento per il Miglior Regista Esordiente e il Globo d’Oro come Miglior Opera Prima. Ambientato nel 1982, Stranizza d’amuri racconta l’incontro casuale di due adolescenti tra cui nasce una grande amicizia che si trasforma in un sentimento e che i due sono costretti a mantenere segreto. Prima della proiezione, alle ore 21:00, si terrà un incontro speciale pubblico tra lo stesso Giuseppe Fiorello e Nichi Vendola sul tema Il sogno di amarsi senza paura. L’incontro, moderato dalla giornalista e scrittrice Lidia Tilotta del TGR Rai Sicilia, vedrà l’intervento del critico cinematografico Nino Genovese.

 

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli