Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Educare alle differenze: “mobilitazione sociale, senza scuola non ci sono diritti”

A Roma in Piazza del Popolo, sabato 26 settembre 2020 dalle ore 16:00 alle 20:00

Tempo di lettura: 2 minuti

ROMA – Il 14 settembre si tornerà a scuola. Le misure per farlo, nella sicurezza di tutt*, sono ancora in via di definizione. Garantire la salute è sicuramente necessario, ma senza dimenticarci di altro. Priorità alla Scuola chiede che una parte del Recovery Fund sia dedicato alla scuola e la ricerca, l’Italia è all’ultimo posto in Europa per investimenti sull’istruzione e al primo per abbandono e dispersione scolastica.

La Rete Educare alle differenze inizierà questo nuovo anno scolastico scendendo in piazza sabato 26 settembre, nel rispetto di ogni norma di prevenzione, per riaffermare il ruolo centrale e prioritario della scuola.
Per ricordare che la scuola debba essere al centro dell’agenda politica in ogni singola declinazione: per quanto riguarda il precariato e il miglioramento delle condizioni lavorative del settore scolastico; per garantire forme di prepensionamento o congedo volontario al personale scolastico, docente e ata che soffra d patologie e fragilità sanitarie; per una scuola intesa innanzitutto come luogo di relazione prima ancora che di didattica.

Per questo motivo Priorità alla Scuola chiede:
– che una parte cospicua dei fondi del Recovery Fund vengano destinati alla scuola;
– investimenti strutturali definitivi in termini di percentuale del PIL investito per scuola e ricerca, così da far risalire l’Italia dall’ultimo posto per abbandono e dispersione scolastica tra i paesi europei;
– la riduzione drastica e definitiva di precariato nella scuola e il miglioramento delle condizioni lavorative del settore scolastico;
– presìdi sanitari nelle scuole necessari a riattivare la medicina scolastica come pratica di salute e cultura collettiva;
– forme di prepensionamento e/o congedo volontario per personale scolastico, docente e ata, che soffrono di patologie e fragilità sanitarie;
– investimenti massicci nell’edilizia scolastica pubblica italiana.

Vi aspettiamo alle 16 in Piazza del Popolo, Roma per prender parte insieme alla manifestazione indetta da Priorità alla scuola. Lo scopo sarà quello di prender posizione per garantire sempre una scuola di qualità, in grado di tener conto di ogni soggettività senza lasciare indietro nessuno.
Per tutte le informazioni accedi da qui all’evento facebook

Vi ricordiamo inoltre che il termine di scadenza per partecipare alla nostra raccolta di esperienze è stato prorogato fino al 20 settembre.
Partecipa al questionario di Educare alle differenze 2020!

Ci vediamo in piazza!
La Rete Educare alle differenze

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci