Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280
Foto archivio ©SR.it

Domani all’hub di via Forcile Fabio Raciti e i “Dottori della musica”

Quintetto d'archi in camice bianco: "Note e melodie riducono i livelli di stress". Liberti: "Adesione del mondo della cultura per la rinascita"

Catania, 12.06.21 – Dopo i concerti eseguiti nei giorni scorsi  dal Teatro Bellini di Catania, domani domenica  13 giugno alle 18 nella sala d’attesa dell’hub vaccinale di San Giuseppe La Rena si esibirà il maestro Fabio Raciti violinista e direttore d’Orchestra, docente del Liceo Musicale Statale G.Turrisi Colonna di Catania.
Un programma musicale ricco e ben articolato che spazierà da Mozart con il notturno per Archi “Eine Kleine Nachtmusik’, alla “barcarola” di Hoffman,  all’ intermezzo tratto dalla Cavalleria Rusticana di Mascagni. Raciti dirigerà un quintetto d’archi con pianoforte e tre voci soliste, i soprani Angela Curiale e Marzia Catania e il tenore Pietro Di Paola.
“Quando ascoltiamo un concerto –  spiega il maestro Raciti – i benefici delle note e delle melodie, hanno scoperto gli studiosi,  si vedono soprattutto sul sistema immunitario e sui livelli di stress che possono aumentare prima e dopo essersi sottoposti al vaccino.  Ed è per questo che vogliamo essere vicini ai vaccinati e per l’occasione,  insieme tutti noi eseguiremo il concerto indossando il camice bianco”.
Non mancherà la celeberrima Casta Diva di Bellini,  la Je veux vivremo dall’opera Romeo et Jiuliette, oltre a brani di Tosti e Lehar”.
Esprime tutta la sua soddisfazione e gratitudine il commissario per l’emergenza Covid Pino Liberti. “L’adesione di artisti e musicisti è il segno di una grande partecipazione, del bisogno di contribuire, ciascuno come può, alla rinascita”, dice Liberti invitando la popolazione a vaccinarsi.
Tra i  “dottori della musica ” Giulio Nicolosi al Violoncello,  Mattia Sapia alla Viola, il contrabbassista Andrea La Rosa, Simone Molino al Violino, Giovanni Raddino al pianoforte.

I commenti sono chiusi.