Sukarije

Smobilitato il quartiere generale di Pisano, la frazione di Zafferana Etnea che nei quattro giorni di festival (dal 29 luglio all’1 agosto) si è trasformata in un piccolo villaggio internazionale, il festival di word e folk music Alkantara Fest, organizzato dall’associazione Darshan e diretto artisticamente da Mario Gulisano, migra per tre eventi “off”.
Il primo appuntamento è fissato per  lunedì 2 agosto alle ore 22 da Gammazita, a Catania, con il live dei Sukarije, quartetto di ispirazione bulgara che collega la musica tradizionale balcanica a quella mediorientale.

Pubblicità

La formazione nasce come trio a Barcellona nel 2019 e solo un anno dopo raggiunge il completamento con la formula del quartetto. Nessuno dei membri della band è nato in Bulgaria o nei Balcani, ma hanno trovato nell’esecuzione di musica tradizionale bulgara un modo molto interessante per collegare le loro radici mediterranee, slave e latino-americane.
Tutti i membri della band – la francese Marine Renard (accordeon e voce), la polacca Marta Alicja Kurzyca (clarinetto e voce), la francese Marion Candela (percussioni e voce) e il messicano Ernesto Vargas Aguila (contrabbasso e voce) – sono affermati musicisti , attivi anche in altri progetti  e con una lunga storia di esibizioni e tour in tutto il mondo.

Alkantara Fest OFF prosegue martedì 3 agosto a Fleri (frazione di Zafferana Etnea) con il quartetto palermitano Le Matrioske e martedì 10 agosto a La Terra di Bò di Viagrande con “Alkantara Party”.

Alkantara Fest OFF
Informazioni e prenotazioni https://www.alkantarafest.it/
Lunedì 2 agosto – Catania, Gammazita
Martedì 3 agosto – Fleri (frazione Zafferana Etnea), piazza
Martedì 10 agosto – Viagrande, La Terra di Bò