Sicilia Report
Sicilia Report

Usa: insediamento Biden, Campidoglio off-limits per il pubblico

Primo colloquio Trump-Pence: "l'impegno a lavorare per il paese". Twitter chiude 70mila account legati a cospirazionisti di Qanon

Washington, 12 gen. – Campidoglio off-limits per gli americani, il pubblico in generale, il 20 gennaio, giorno dell’insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca. A comunicarlo è stata Yogananda Pittman, prima donna e prima afroamericana alla guida della polizia di Capitol Hill.

Bottone 980×300

Pittman ha preso il posto di Steven Sund che si è dimesso dopo i fatti del 6 gennaio. Diversi agenti di polizia, ha confermato, sono stati sospesi mentre continuano le indagini sull’assalto al Campidoglio.

Primo colloquio tra Donald Trump e Mike Pence, dopo un’interruzione delle comunicazioni che andava avantida mercoledì scorso, giorno dell’assalto al Campidoglio. Secondo quanto riferito dalla Cnn, che cita due fonti dell’amministrazione, il presidente ed il suo vice si sono incontrati nello Studio Ovale alla Casa Bianca, hanno avuto un colloquio positivo e hanno discusso di quanto succederà nei prossimi giorni, gli ultimi del loro mandato, mentre hanno fatto “una riflessione sul lavoro ed i risultati degli ultimi quattro anni”. Secondo le fonti, Pence e Trump “hanno ribadito che coloro che hanno violato la legge e hanno assaltato il Campidoglio la scorsa settimana non rappresentano il movimento America First sostenuto da 75 milioni di americani e hanno ribadito l’impegno a continuare a lavorare per ilPaese per il resto del loro mandato”.

Twitter ha annunciato “la sospensione permanente” di 70mila account legato ai cospirazionisti di QAnon, per impedire loro di usare il social a fini violenti, come è avvenuto in occasione dei disordini di Washington mercoledì scorso. “Questi account – ha giustificato la sua decisione Twitter in un comunicato – condividono contenuti pericolosi, associati a QAnon. Erano essenzialmente consacrati alla propagazione di teorie sul complotto”. I cospirazionisti, grandi sostenitori di Donald Trump, sostengono che il presidente americano sia alla testa di una battaglia contro una rete internazionale di pedofili che sarebbe guidata da Hillary Clinton e Barack Obama.
(Adnkronos/Dpa)

Commenti