Sicilia Report
Sicilia Report

Annarita Schiavone “ambasciatrice” in Lombardia per la Carthago Edizioni

Professoressa di un liceo milanese e scrittrice di successo ci racconta come la passione per la scrittura e l'amore per la nostra isola l'abbia portata a raggiungere l'ambita meta

Susanna Basile: Chi è Annarita Schiavone?

Bottone 980×300

Annarita Schiavone: Sono una professoressa di lingua e letteratura francese in un liceo di Milano, scrittrice per passione e per diletto, oggi Referente Territoriale Lombardia per la Carthago edizioni. Mai avrei potuto pensare di vedere trasformate le mie parole in carta e inchiostro e soprattutto di poter entrare a far parte di una casa editrice innovativa e dinamica quale la Carthago è. Questo mio sogno nutrito sin da bambina ha accompagnato da sempre il mio cuore e la mia anima ma soprattutto la mia mente. Ero piccola e sapevo bene cosa avrei voluto fare da grande: Volevo scrivere!!! E volevo farlo perché amavo le parole e perché ne avevo capito l’importanza. A sei anni chiesi ai miei genitori di regalarmi un dizionario: il Piccolo Palazzi. E me lo ricordo ancora: era rosso con le scritte nere, qualche illustrazione qui e lì e poi… un mare di parole che io ricopiavo sui miei quadernini segreti di bambina. Tutte le bambine hanno un diario segreto per raccontare la propria vita, io avevo i miei quadernini e raccontavo parole e le mangiavo con la mente e con il cuore come fossero caramelle. Sapevo che un giorno quelle parole mi sarebbero servite, per parlare, per lavorare, per amare ma soprattutto per scrivere e diventare grande.

S.B.: Come è nata la passione per la Sicilia?

A.S.: Quel volo diretto Milano – Catania, la pioggia di quel giorno all’ aereoporto di Malpensa le nuvole e poi il sole. Improvvisamente pezzi di terra neri e ruvidi emersi nel mare, come angeli guardiani a proteggere una delle distese più belle del mondo: la Sicilia. Non so se riesco a trasferirvi le sensazioni vissute attraverso questa sequenza di semplici emozioni durante il mio primo viaggio verso quell’ isola che un tempo mi appariva lontana e quasi irraggiungibile. Potrebbero essere le sensazioni di un viaggiatore qualunque, quasi anonime e senza tempo e invece oggi mi ritrovo a raccontarvele.

S.B.: Come ha incontrato la casa editrice Carthago?

A.S.: Quasi per caso quando nel lontano 2016 Giuseppe Pennisi, Amministratore della società, mi chiama al telefono e mi dice: “Abbiamo deciso di pubblicare la tua silloge poetica, “Demoni D’amore””. Incredula resto con il fiato sospeso e la sola cosa che riesco a pronunciare è: “Ma… Abbiamo chi?”Lo capirò qualche mese più tardi chi. Quel chi si incarnò nella figura del Dottor Gaspare Edgardo Liggeri, Presidente della Carthago e nella sua Responsabile Editoriale Margherita Guglielmino. Era il 2018 e poi il 2019, ero a Torino e partecipavo in qualità di scrittrice alla Fiera Internazionale del libro nel parterre di Carthago. Da quel momento niente è stato più come prima, i miei libri, la fiducia e la stima reciproca tra Carthago e la mia persona, la nostra amicizia profonda e il rispetto hanno portato a riaprire quel cerchio perfetto che si crea nell’armonia e da questa collaborazione sono nati “Tutto in un giorno” (raccolta di racconti brevi) e “Io ti sono destinata” (lettere poetiche in tempo di quarantena). Tra qualche giorno uscirà il mio primo romanzo il cui titolo lo riservo al cassetto delle sorprese! Tutto quello che deve ancora accadere lo vivrete con me, in diretta o in differita, in libreria come per esempio “Il muro di Tessa” di Giovanni Biancardi e Massimo Smedile nella quale da marzo a giugno vi presenterò due volte al mese una rosa di autori e libri Carthago. Inizierò dalla poesia perché marzo è il mese ad essa dedicato e perché in fondo io nasco poetessa e poetessa morirò!

Margherita Guglielmino responsabile editoriale: “Dopo diversi anni, l’autrice Annarita Schiavone per mia scelta diviene referente della Carthago Edizioni per il territorio lombardo. La nostra casa editrice sinora si è distinta per la presenza costante e il reale attaccamento alle vicende editoriali dei nostri autori; elementi affini e perfettamente in assonanza con gli intenti di Annarita Schiavone che non ha lesinato alcuna energia nel proporre i propri scritti con entusiasmo ad un pubblico sempre più ampio. Naturale che a rappresentarci in regione lombarda fosse lei che come detto manifesta al meglio i motivi ispiratori dell’agire della mia casa editrice specie in questo caso in cui vien fuori con forza una sinergia femminile prorompente ed incisiva. E come disse Oscar Wilde: “Date alle donne occasioni adeguate ed esse saranno capaci di tutto”. Non mancheranno dunque occasioni di presenza dei nostri autori che saranno dapprima protagonisti di una fitta programmazione di presentazioni di cui teatro saranno le librerie de “Il muro di Tessa” che hanno dato piena disponibilità alla Carthago Edizioni. Auguro dunque un ottimo lavoro alla nostra Referente”.

Commenti