Categorie: CronacaEconomia

Zone Franche Montane: i sindaci a Palazzo dei Normanni “I nostri operatori economici non possono più aspettare”

Condividi

PALERMO – Più di cento sindaci che fanno parte dell’associazione Zone Franche Montane Sicilia si sono ritrovati compatti anche questa mattina a Palazzo dei Normanni, a Palermo, dopo l’importante prova di forza dello scorso 6 maggio a piazza Montecitorio, a Roma per presentare una proposta di Ordine del giorno urgente, per salvare le terre alte di Sicilia. La richiesta alla politica regionale è di agevolare il percorso che possa rendere definitiva l’attuazione della norma politico economica che prevede una fiscalità di sviluppo nelle Terre alte di Sicilia, che sono a rischio spopolamento. Si tratta dei comuni al di sopra dei 500 metri sul livello del mare e con una popolazione inferiore ai 15 mila abitanti.
Nell’Ordine del giorno presentato oggi, e sottoscritto da cento amministratori e dal comitato delle Zone Franche Montane, si chiede al Governo Musumeci, di porre in essere tutte le interlocuzioni istituzionali opportune, affinché la commissione paritetica adotti provvedimenti idonei a trovare adeguata copertura finanziaria a sostegno delle disposizioni concernenti l’istituzione delle Zone franche montane, destinando, in via prioritaria a quest’ultima le risorse provenienti dal gettito dell’iva all’importazione. La delegazione dei sindaci delle “Terre alte” di Sicilia, di tutte le nove province, e del comitato per le Zone Franche Montane Sicilia è stata ricevuta dal presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè e dalla la vice presidente Angela Foti.

«Abbiamo avuto rassicurazioni da parte del presidente Miccichè – ha affermato Vincenzo Lapunzina, coordinatore regionale dell’Associazione -, che l’assessore alle Attività produttive, Mimmo Turano sta già provvedendo a perimetrare l’aerea per definire i territori delle Zone Franche Montane (ZFM), indicati all’articolo 1 della Legge obiettivo del 17 dicembre 2019. Continuiamo ad avere fiducia nelle istituzioni parlamentari – ha aggiunto Lapunzina – ma i nostri operatori economici e i resilienti delle Terre alte di Sicilia non possono più aspettare. Per la prima volta questa legge d’iniziativa del Parlamento regionale, voluta da tutti i partiti, ha richiamato l’attenzione della politica nazionale, su tutte le storiche criticità di questa Regione, attinenti alla realizzazione completa e corretta dello Statuto Siciliano».

Ti potrebbe interessare

La diretta su Fb
https://www.facebook.com/zonefranchemontane/videos/2940179489583092

 

Articolo del 12 Maggio 2021 0:32

Redazione PA

Redazione Palermo

Articoli recenti

Italia 30 risultati utili di fila, Mancini come Vittorio Pozzo

Roberto Mancini come Vittorio Pozzo. Il tecnico della Nazionale, agli ottavi di Euro2020, eguaglia il record del mitico ct dell'Italia… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Provenzano: “A Roma e Bologna candidati forti”



"È stata una grande prova di partecipazione, ora con Roberto Gualtieri e Matteo Lepore a Roma e a Bologna abbiamo… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Il pallone racconta – In questo Europeo c’è tanta Atalanta

Per la rubrica "Il pallone racconta", l'editorialista di Italpress, Franco Zuccalà, commenta la prestazione degli Azzurri contro il Galles. gm/mrv/red Leggi tutto

21 Giugno 2021

La barba al palo – Le due Italie di Roberto Mancini

Per la rubrica "La barba al palo", il direttore editoriale di Italpress, Italo Cucci, commenta la vittoria dell'Italia contro il… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Amministrative, Paragone: “Mia candidatura per una Milano diversa”

Una candidatura spontanea che parla alla città di Milano, che vuole dare risposte ai milanesi: "Sono colui che prova a… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Emergenza bare a Palermo, Faraone: “Chiediamo a Guerini di mobilitare Esercito”

"C'è un solo modo per rispondere all'emergenza delle 975 bare senza sepoltura da oltre un anno al cimitero dei Rotoli… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Non va d’accordo con la moglie ed evade per farsi mandare dalla mamma

CATANIA - I Carabinieri della Stazione di Catania Nesima hanno arrestato un catanese 35enne, responsabile di evasione. Nella mattinata domenicale… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Zona bianca: trasporti pubblici all’80%, Falcone “Archiviamo restrizioni e favoriamo la ripresa”

PALERMO - «Con l’atteso passaggio della Sicilia in zona bianca, diventa finalmente possibile innalzare il riempimento massimo dei mezzi di… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Rubano una macchina, ma nell’inseguimento uno dei due si schianta

I Carabinieri della Stazione di Camporotondo Etneo hanno arrestato, nella flagranza, un 52enne di San Pietro Clarenza ritenuto responsabile di… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Per gli anziani nell’era Covid meno stress con la “longevità attiva”

ROMA (ITALPRESS) – La silver generation si è dimostrata la più coriacea nell’affrontare la crisi generata dalla pandemia, tra isolamento,… Leggi tutto

21 Giugno 2021
Impostazioni privacy