Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Metodo Kontakta Bridge™ per conquistare il pubblico online

Seconda puntata del Metodo Kontakta Bridge™ della grande stratega Diana Sidella

Cari amici, durante la lettura dell’articolo precedente vi siete fatti coraggio e avete compiuto le seguenti imprese:
1) Avete finalmente deciso di credere che non bisogna rifugiarsi dietro la parola “crisi” e che avete dalla vostra parte molti strumenti per poterla superare.
2) Avete compreso nello specifico in cosa consiste la strategia di sviluppo della comunicazione online del Metodo Kontakta Bridge™ e come anticipare le richieste dei clienti, per offrire una migliore esperienza con il vostro brand.
Siamo giunti, dunque, al secondo passo del Metodo: trasmettere autenticità.
Prima di entrare nel merito dell’argomento, raccontiamo una situazione che tende a verificarsi in ambito pubblicitario. Capita spesso che i brand si promuovano dichiarando promesse e benefici. Di seguito qualche esempio: “Avrai l’auto più sicura”, “Farai la vacanza più indimenticabile di sempre”, “Con la nostra crema la tua pelle ringiovanirà”.
Sorge a questo punto una domanda che ha la spontaneità pungente di un bambino: siete realmente in grado di mantenere le promesse dichiarate?
Sto intravedendo i vostri occhi roteare per cercare un oggetto a destra o a sinistra del vostro schermo…
Siamo obiettivi: la promessa, ormai, è una caratteristica, e forse un lusso, attribuibile alle pubblicità del passato.
Il fatto è che nel corso degli ultimi decenni sono sorte le associazioni consumatori, la globalizzazione, i no-logo, ma soprattutto Internet. In questa “nuova era” la crescita e la popolarità dei social media hanno cambiato in maniera irreversibile la relazione tra azienda e cliente, assegnando a quest’ultimo un ruolo più attivo.
Veniamo al concetto di autenticità. Essere autentici significa comunicare onestamente? Potremmo rispondere dì sì poiché, dopo tutto, l’onestà è un principio etico irrinunciabile per un’azienda autentica.
Ma c’è molto di più, e questo plus si chiama “integrità”. Osservando le pagine “Chi siamo” di alcune celebri multinazionali troverete spesso questa parola, supportata da un preciso codice etico: si tratta di impegni e responsabilità volti al rispetto dei clienti, azionisti, fornitori e di tutti gli attori coinvolti nei processi aziendali.
Per questo motivo l’autenticità è da considerarsi un valore aggiunto ma è anche una componente strategica della vostra comunicazione.
Perché?
Sarà una banalità ma sono reali le persone che ricevono le vostre e-mail e leggono i vostri aggiornamenti. Di riflesso è necessario che percepiscano la realtà “umana” dell’azienda.

Una nota catena di GDO recita: “Persone oltre le cose” mentre un altro famoso imprenditore da 30 anni si spolvera le mani di farina per preparare i tortellini ripieni davanti a 60milioni di italiani.

Cosa accade, dunque, quando scopriamo il lato umano di una persona in un mondo che somiglia sempre più a una fredda e impervia giungla?
Ci affezioniamo. Allo stesso modo sviluppiamo un’affezione verso il brand.
Quindi come potete comunicare con autenticità?
1) Siate fedeli ai valori e alle promesse che la vostra azienda afferma e promuove.
2) Veicolate i messaggi al pubblico mantenendo coerenza con il tono di comunicazione aziendale.
Rappresentate un’azienda giovane? Avrete un linguaggio fresco e informale. La vostra è una solida società finanziaria? Gli aspetti della serietà e della solidità saranno i primi a evincere dai vostri comunicati.
3) Trasmettete empatia.
Il motivo è che la la pandemia è stata percepita in modo diverso dagli individui. Per alcuni può aver significato la perdita di una persona cara, di un lavoro o di un modo di vivere. E se dimostrate di riconoscere il prezzo che la crisi ha avuto sulla società, il vostro linguaggio apparirà meno freddo e distaccato, trasmettendo un senso di fiducia.

Questa è la vostra occasione per rafforzare la community di seguaci, coltivare le relazioni con essa, alleviando i pesi e le paure di ogni individuo. Senza strumentalizzare la situazione contingente, potrete offrire consegne gratuite, regalare sconti oppure organizzare concorsi.
Mettendo al primo posto i clienti consentirete alla vostra azienda di offrire un’esperienza che possa creare valore nelle loro vite, anziché focalizzarsi unicamente sulla vendita.
Con questo è tutto.
Nel prossimo articolo vedremo come rafforzare e ottimizzare la presenza online.

 

 

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci