Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Irlanda del Nord: le scuse di Nuova Ira per l’uccisione di Lyra McKee

4

BELFAST – La Nuova Ira avrebbe ammesso la propria responsabilità nell’uccisione della giornalista 29enne Lyra McKee durante gli scontri a Londonderry avvenuti nella notte tra giovedì e venerdì scorsi e ha offerto le sue “sincere scuse” alla famiglia ed agli amici della vittima.
Nel frattempo una donna di 57 anni è stata arrestata in relazione alla sparatoria il cui è morta la giornalista, uccisa da un colpo d’arma da fuoco alla testa mentre si trovava vicino ad alcuni agenti.
“Durante un attacco del nemico – si legge in un comunicato del gruppo terroristico inviato all”Irish News’ – Lyra McKee è morta tragicamente mentre si trovava a fianco delle forze nemiche”.
A farle acquistare, ancora giovanissima, la notorietà era stato un blog in cui raccontava la vita di un’adolescente gay a Belfast, e da un suo post del 2014, ‘Lettera a me stessa 14enne’, è stato anche realizzato un cortometraggio. Il suo primo libro, ‘Angels with blue faces’ è un’inchiesta sull’assassinio di Robert Bradford, pastore metodista e deputato dell’Ulster Unionist Party ucciso dall’Ira nel 1981. Lyra descriveva l’Irlanda del Nord una “bellissima tragedia” e 4 anni fa aveva scritto un eloquente e perspicace articolo su quella che poteva essere definita l’illusione della pace.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci