Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Apple a picco in borsa

3

NYC – Apple lancia l’allarme Cina e alimenta i timori sullo stato di salute dell’economia mondiale, facendo affondare le borse mondiali. Per la prima volta in 16 anni Cupertino taglia le stime sui ricavi e crolla a Wall Street, chiudendo in calo del 9,96% e bruciando 446 miliardi di dollari dal picco del 3 ottobre scorso, ovvero più del valore dell’intera Facebook. Cupertino spiega la revisione con il rallentamento dell’economia cinese, penalizzata anche dalla guerra dei dazi di Donald Trump, e la debole domanda di iPhone nel paese.
Il tonfo di Apple in Borsa affonda le piazze finanziarie mondiali: dal Giappone all’Europa sono tutte in rosso, con Milano che tiene contenendo le perdite allo 0,61% (ma lo spread sale a 270 punti) mentre Parigi perde l’1,6% e Francoforte l’1,55%. La più penalizzata è Wall Street, con gli indici che arretrano di quasi il 3%, affossata anche dal dato sotto le attese dell’indice Ism manifatturiero e dalle compagnie aeree, tutte in calo dopo che Delta ha previsto una crescita leggermente piu’ bassa dei ricavi.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci