Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Torna il Master di Scrittura della Strada degli Scrittori con “Le parole della politica”

L’iniziativa si svolgerà dal 5 al 10 presso il foyer “Pippo Montalbano” del teatro “Pirandello” di Agrigento e ha il coordinamento scientifico di Treccani Cultura

Tempo di lettura: < 1 minuto

AGRIGENTO – Per il quarto anno consecutivo il Master di Scrittura organizzato dall’associazione Strada degli Scrittori con il coordinamento scientifico di Treccani Cultura. L’evento, che quest’anno si svolgerà nel cuore di “Girgenti”, l’antico nome di Agrigento, nel foyer “Pippo Montalbano” del teatro “Luigi Pirandello”, ruoterà dal 5 al 10 settembre attorno a grandi firme: Stefania Auci, Piero Grasso, Gaetano Micciché, Giuseppe Governale, Giuseppina Torregrossa, Andrea Purgatori, Lia Quartapelle, Federico Faloppa, Giuliano Pisapia, Marco Tarquinio e tanti altri.

Il Master, che ha il patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana, del Comune di Agrigento e della Fondazione Teatro Pirandello, mutuando la formula già usata con successo negli anni passati, avrà come tema le parole. Dopo quelle della Costituzione e dell’Impegno civile, nell’edizione 2020 i docenti approfondiranno le voci della Politica. Un modo per ragionare della nostra società, dei principi sui quali è fondata la res-pubblica, dei valori che legano una comunità.

L’iniziativa, oltre alle lezioni frontali, consentirà agli iscritti di ripercorrere i luoghi che hanno visto nascere o dove hanno trovato ispirazione grandi autori come Luigi Pirandello, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Antonio Russello e tanti altri.

Il Master, coordinato da Felice Cavallaro, firma del Corriere della Sera, ideatore e direttore della Strada degli Scrittori, può contare sul coordinamento scientifico di Massimo Bray, direttore generale della Treccani.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci