Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Ritrovarsi nella comune umanità delle memorie condivise, UniTre incontra Thrinakìa

L'UniTre, l'Università per la Terza Età di Santa Teresa di Riva, nell'ambito delle sue attività culturali finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione delle potenzialità di ognuno attraverso la creatività, la scrittura e la letteratura, ha incontrato gli organizzatori di Thrinakìa

Tempo di lettura: 2 minuti

L‘UniTre, l’Università per la Terza Età di Santa Teresa di Riva, nell’ambito delle sue attività culturali finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione delle potenzialità di ognuno attraverso la creatività, la scrittura e la letteratura, ha incontrato gli organizzatori di Thrinakìa, il premio internazionale di scritture autobiografiche, biografiche e poetiche, dedicate alla Sicilia. L’incontro si è svolto nell’incantevole scenario del palazzo della cultura di Villa Ragno, a Santa Teresa di Riva in provincia di Messina, giovedì 19 dicembre 2019.
Il professore Santino Albano, presidente dell’UniTre, ha presentato il premio letterario “Valle d’Agro” di narrativa inedita, saggistica e giornalismo, patrocinato dal Comune di Santa Teresa di Riva, giunto alla settima edizione. Il premio si compone di due edizioni: la sezione di narrativa dedicata a Nino Nicotra, uomo di cultura e latinista, e la sezione di saggistica e giornalismo, in ricordo di Carmelo Duro, storico e cronista locale.
Maria Crivelli, vice presidente dell’Organizzazione di volontariato Le Stelle in Tasca e responsabile dell’archivio della memoria e dell’immaginario siciliano, e Nina Di Nuzzo Micalizzi, scrittrice autobiografa premiata nella prima edizione di Thrinakìa, sono state le ospiti d’onore di questo incontro.
Maria Crivelli ha letto un brano della sua autobiografia dedicata al padre, Giuseppe Crivelli, e ha illustrato il patrimonio dell’archivio dell’OdV Le Stelle in Tasca e lo stato attuale del progetto di fruizione delle opere autobiografiche, biografiche e poetiche che rappresentano e condividono memorie e immaginari della Sicilia. L’archivio si evolve come un patrimonio immateriale vivo e partecipato, alimentato da una comunità attiva che si riconosce nei principi etici dell’OdV Le Stelle in Tasca ed è associato all’Edac, la rete europea di archivi della memoria fondata nel 2015 per valorizzare e facilitare lo scambio documentale e di buone pratiche fra i diversi archivi europei.

Nina Di Nuzzo Micalizzi è intervenuta sulla sua esperienza di scrittura autobiografica ed ha condiviso con i presenti la sua partecipazione alla prima edizione del premio internazionale Thrinakìa. Il professore Santino Albano ha letto un brano della sua opera “Dicia me’ Nonna”, dedicato alla memoria del marito Tommaso Micalizzi, recentemente scomparso. Alcuni racconti di questo volume hanno ricevuto il primo premio con menzione della giuria di Thrinakìa nella sezione autobiografie. La video narrazione del suo racconto “A scuola fuori stagione”, curata da Luisa La Carrubba, volontaria e responsabile multimedia dell’OdV Le Stelle in Tasca, è stata presentata nel corso dell’incontro.
Il sociologo Orazio Maria Valastro, presidente del premio internazionale Thrinakìa, è intervenuto sottolineando come questo evento culturale, fortemente voluto dall’UniTre e dal professore Santino Albano, e dalla Banca del Tempo “Insieme è meglio” di Alì Terme, non è stato soltanto un incontro ma un ritrovarsi nella comune umanità delle memorie condivise. Un ritrovarsi, inoltre, a distanza di diversi anni dalla premiazione della scrittrice Nina Di Nuzzo Micalizzi, che ha onorato l’OdV Le Stelle in Tasca con la sua partecipazione alla giuria internazionale della quinta edizione di Thrinakìa.
Ha inoltre aggiunto che la lettura e l’ascolto dei testi autobiografici presentati, descrivendo esperienze e stati d’animo estranei e distanti dall’esperienza quotidiana delle giovani generazioni, come ad esempio il tema della fame e l’orrore della guerra, non sono invece distanti dalla fame rappresentata dalla loro scrittura personale, dal desiderio di nutrirsi di sentimenti ed emozioni che possano alimentare di speranza e serenità il nostro rispettivo futuro.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci