Giardini Naxos (Me), 29 luglio 2021 – Con la novità di due minirassegne di cinema e teatro dedicate l’una all’archeologia e all’altra alla riscrittura del mito – organizzate con il supporto del Parco Naxos Taormina che le ospita nel sito archeologico – torna a fine agosto “Naxoslegge, festival delle narrazioni, della lettura e del libro” (31 agosto – 4 ottobre 2021) con la direzione artistica di Fulvia Toscano che come tema annuale ha scelto il concetto di “Limiti”, da declinare in diversi ambiti.
Il programma di NaxosLegge 2021 sarà ufficializzato domenica 1 agosto, alle ore 19 (Giardino delle Rose, Parco di Naxos) in occasione della presentazione di “Naxos, rivista di storia, arti, narrazioni”, semestrale abbinato al festival e pubblicato da Luni Editrice (in vendita anche nel bookshop del Parco). Con Gabriella Tigano, direttrice del Parco Archeologico Naxos Taormina, e la Toscano, interverranno Alberto Samonà, assessore del Beni Culturali e dell’Identità Siciliana; Giorgio Stracuzzi, sindaco di Giardini Naxos; Fernando Massimo Adonia, direttore della rivista letteraria; Andrea Giuseppe Cerra, coordinatore della redazione; e dell’editore Matteo Luteriani.

Pubblicità

NaxosLegge è un festival diffuso che da Giardini quest’anno farà tappa anche a Messina, Catania, Siracusa, Augusta e, nel messinese, a Montalbano Elicona, Roccalumera, Castelmola e Letojanni promuovendo, insieme all’amore per la lettura e i libri, anche la curiosità e la conoscenza del mondo antico di cui Naxos, prima colonia dei Greci in Sicilia, è metafora geografica dell’approdo e della diffusione della cultura greca in Europa. Per questa undicesima edizione il festival rafforza la collaborazione con il Parco Naxos Taormina che ospiterà la maggior parte degli eventi fra il Giardino delle Rose, spazio da poco riconsegnato alla fruizione dei visitatori, e la tribunetta inaugurata lo scorso anno con la cerimonia finale del premio Comunicare l’Antico che da quest’anno prende il nome di “Teatro della Nike”, la “vittoria alata” dello scultore Carmelo Mendola eretta nel 1965 per suggellare il gemellaggio con Calcide Eubea, dove si trova una copia della statua, ispirata alla celeberrima Nike di Samotracia esposta al Louvre. Da Calcide, nel 734 a C., partirono infatti alla volta di Naxos i primi coloni greci, come documenta il cippo di Enyò, con un’iscrizione in caratteri dell’alfabeto cicladico dedicata a una delle divinità del pantheòn greco citata anche da Omero nell’Iliade.

 

Domenica, al termine della presentazione, sarà consegnata la targa “Amici di NaxosLegge” a Carmela Maria Lipari, dirigente scolastico dell’Istituto Caminiti di Santa Teresa Riva per il supporto costante alla manifestazione tramite la scuola, i docenti e gli stessi studenti, ambasciatori e protagonisti del progetto culturale.

Parco Archeologico Naxos – Taormina
Il Parco archeologico, oggi denominato di Naxos–Taormina è stato istituito nel 2007 e gode di autonomia scientifica, di ricerca e organizzativa, amministrativa e finanziaria. Dal 2013 il Parco ha la gestione di alcuni tra i più importanti siti monumentali e paesaggistici della provincia di Messina: il Museo e l’area archeologica di Naxos; il Teatro Antico e l’Odèon di Taormina; Villa Caronia (sede direzionale del Parco); il Museo naturalistico di Isolabella, le aree archeologiche di Francavilla e il M.A.FRA il nuovo museo archeologico della città, inaugurato nell’ottobre 2020. Dal 2019 sono gestiti dal Parco, Palazzo Ciampoli (Taormina), il Monastero e la Chiesa Basiliana dei Santi Pietro e Paolo (Casalvecchio Siculo) e si attesta all’Ente anche Castel Tauro. Dal giugno 2019 il Parco è diretto dall’archeologa Gabriella Tigano. Fra i grandi eventi gestiti dal Parco e che hanno visto protagonista il Teatro Antico di Taormina – secondo sito più visitato in Sicilia dopo la Valle dei Templi – figurano il G7 nel maggio 2017 e la visita del Dalai Lama nel settembre dello stesso anno. Nel corso del 2019 i siti del Parco Naxos Taormina hanno toccato per la prima volta lo storico record di 1.033.656 visitatori (esclusi gli oltre 150.000 spettatori degli eventi serali nel Teatro Antico di Taormina nel periodo tra giugno e settembre).

 

Info pubblico 0942 51.001 – 0942 628.738