Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Domani sarà consegnato alla città il primo FrigoBook, uno “Scrigno” di cultura

Alla Villa Bellini, ore 11.00 (lato della Meridiana, asse che da via Tomaselli costeggia il piazzale delle carrozze), sarà “spacchettata” la prima libreria eco-sostenibile di Catania

118

CATANIA – Sarà consegnata alla città e ai catanesi, la prima libreria eco-sostenibile di Catania. Domani martedì 22 ottobre (ore 11.00) alla Villa Bellini (lato della Meridiana, asse che da via Tomaselli costeggia il piazzale delle carrozze), sarà “spacchettato” il FrigoBook realizzato da tre studentesse dell’Accademia di Belle Arti che hanno trasformato un frigorifero in disuso, nel primo esemplare di libreria eco-sostenibile che la città potrà sfruttare.
Conterrà libri di narrativa per adulti e per bambini: ognuno potrà prenderne uno, scambiandolo con un altro, nella più totale e libera autogestione. I primi volumi sono stati donati dal Lions Club Catania Gioeni, che ha sostenuto il progetto, patrocinato dal Comune di Catania (gli assessorati alla Cultura, all’Ecologia e Ambiente) e supportato da Dusty.
Saranno presenti alla consegna: Patrizia Condorelli pres. Lions Club Catania Gioeni, gli assessori comunali alla Cultura, e all’Ecologia e Ambiente, rispettivamente Barbara Mirabella e Fabio Cantarella, l’amm.re unico Dusty Rossella Pezzino de Geronimo e Andrea Riccioni dir. Dusty Unità territoriale di Catania, e naturalmente le 3 studentesse e la docente dell’Accademia Daniela Costa.
Questo Frigobook è l’esempio concreto di economia circolare: era un frigorifero destinato alla piattaforma di selezione e smaltimento poiché malfunzionante e invece quel rifiuto ingombrante diventerà una libreria “Pop Up” che sarà a disposizione di tutti.

DALLA TRASFORMAZIONE (AL CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA) ALLA VILLA BELLINI:
Per tre giorni il CCR (Centro Comunale di Raccolta) di Picanello dove i catanesi normalmente possono conferire le varie frazioni della accolta differenziata, si è trasformato in un atelier d’arte. Qui Elisabetta Lo Greco, Roberta Giglio e Monica Vallerossa, studentesse del 2° anno di Grafica e Illustrazione dell’Accademia delle Belle Arti, seguite dalla docente Daniela Costa, hanno restaurato un frigorifero (che era stato precedentemente bonificato e ricondizionato), provvedendo a dipingere i tre lati della scocca esterna in lamiera. I ripiani – solitamente usati per riporre i vari generi alimentari – diventeranno le mensole per tenere ordinati i vari libri che saranno custoditi nello “scrigno”.
Il progetto era stato presentato lo scorso 9 ottobre, proprio al CCR d Picanello e in quella circostanza, si erano viste le prime significative trasformazioni.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci