HomeCulturaA NaxosLegge oggi presentazione de “La lupa sono io” di Katia Trifirò...

A NaxosLegge oggi presentazione de “La lupa sono io” di Katia Trifirò sull’impegno teatrale di Anna Magnani

Dopo dieci anni di assenza dalla scena teatrale – e i successi cinematografici con Rossellini (Roma Città Aperta) e Tennessee Williams (Oscar con “La rosa tatuata”) – Anna Magnani nel 1965 torna a calcare le tavole del palcoscenico a Firenze, trascinata da un giovane Franco Zeffirelli, che cuce su di lei i panni e il ruolo tragico de “La Lupa” di Giovanni Verga.

Pubblicità

Se ne parlerà oggi, venerdì 24 settembre, a “NaxosLegge, XI festival delle narrazioni, della lettura e del libro” con la presentazione del libro: “La Lupa, sono io. Anna Magnani a teatro fra Verga e Zeffirelli”, saggio di Katia Trifirò edito per i tipi A&B Editrice, nella collana dedicata al festival e ai più promettenti scrittori under 40. Intervengono Marinella Fiume e Dora Marchese (Bistrot letterario del Lido di Naxos, ore 18.00).

“Il volume – spiega Fulvia Toscano, direttore artistico di NaxosLegge – sarà presentato a Naxos in prima assoluta. A giorni sarà distribuito nelle librerie (e online) e vuole essere il nostro omaggio all’imminente anniversario dei cento anni dalla morte di Verga (1922 – 2022) con il contributo di una competente studiosa che, grazie agli archivi della Fondazione Zeffirelli, ha ricostruito con dovizia di particolari, i retroscena di questo ritorno al teatro di Nannarella con un dei personaggi più drammatici e dannati di Verga”.

Del libro parla l’autrice, Katia Trifirò, docente di Discipline dello Spettacolo al dipartimento Cospecs dell’Università degli Studi di Messina che dice: “La Magnani è un personaggio talmente studiato e iconico che oggi sembra difficile dire qualcosa su di lei. Mentre la associamo da sempre al cinema, si è trascurato l’impegno teatrale, dove lei esordisce da giovane attraversando generi differenti (sulla scena anche con Totò) e vi lavora fino al quando il cinema non la impegna del tutto. De “La Lupa” la Magnani si innamora follemente, tanto da dire “La Lupa sono io”, titolo del libro. Per raccontare il suo vissuto di quel tempo ho analizzato copioni, materiali di scena, bozzetti, costumi e la ricezione della critica teatrale del tempo. Fra questi un ricordo di Giuliano Consoli, critico teatrale de La Sicilia, che a dieci anni di distanza, nel 1983, rievoca l’incontro con la Magnani, in camerino, dopo una recita della Lupa. E restituisce tutto il fascino e il temperamento di questa grande attrice”.

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Sicilia Report TV

Ultimissime

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli