15 C
Catania
giovedì, Febbraio 29, 2024
spot_imgspot_img
HomeCronacaRoma, uccise moglie: assolto per "incapacità di intendere e volere"

Roma, uccise moglie: assolto per “incapacità di intendere e volere”

Pubblicità

(Adnkronos) –
Assolto per incapacità di intendere e di volere dovrà trascorrere 15 anni in una Rems . Questa la sentenza, emessa dalla Prima Corte d’Assise di Roma nei confronti del 63enne, giornalista e autore di programmi, che nel maggio del 2021 uccise la moglie in casa, a Roma. La donna fu colpita con un corpo contundente e quando arrivarono i carabinieri in casa, nel quartiere Balduina, trovarono l’uomo sul letto, accanto al cadavere della donna, a leggere un libro.  

“Da rappresentante dell’accusa, a fronte di un efferato delitto come questo avrei chiesto il massimo della pena ma in questo caso l’atto è stato commesso in stato di incapacità di intendere e di volere del soggetto come emerso sin dal primo intervento della polizia giudiziaria sul posto e come confermato poi dalle perizie£, ha detto in aula il pm Antonio Verdi. La “totale incapacità di intendere e di volere al momento del fatto” era emersa anche dalla perizia disposta dal tribunale.  




Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli