spot_imgspot_img
HomeProvinceCataniaPalagonia: litigano per affari di cuore, Carabinieri trovano fucili a casa, due...

Palagonia: litigano per affari di cuore, Carabinieri trovano fucili a casa, due arresti

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Palagonia hanno arrestato in flagranza due braccianti agricoli di 48 e 24 anni, rispettivamente padre e figlio, perché ritenuti responsabili di detenzione di arma clandestina con relativo munizionamento e ricettazione in concorso

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Palagonia hanno arrestato in
flagranza due braccianti agricoli di 48 e 24 anni, rispettivamente padre e figlio, perché
ritenuti responsabili di detenzione di arma clandestina con relativo munizionamento e
ricettazione in concorso.
Al riguardo la pattuglia della Radiomobile, intorno alle 00.30 a seguito di una segnalazione
pervenuta alla centrale operativa tramite il 112 NUE, è intervenuta per sedare una lite tra
un 39enne ed il 24enne le cui cause, come appurato dai militari intervenuti, sarebbero scaturite da dissidi sorti tra quest’ultimo e la figlia del più anziano, legati da una relazione
sentimentale.
La lite seppure molto animata era stata inizialmente sedata dai militari, ma, il successivo
arrivo del 48enne padre del giovane, aveva nuovamente riacceso gli animi dei contendenti
che si sono scambiati vicendevolmente minacce di morte in presenza dei Carabinieri
ti sparo!!! … .
A questo punto i militari, con l’ausilio di altri colleghi intervenuti, sono riusciti a calmare
definitivamente gli animi, procedendo inoltre ad una perquisizione presso le rispettive
abitazioni delle due “fazioni”, onde evitare che quelle minacce udite potessero in seguito
concretizzarsi.
La verifica all’interno di una delle due abitazioni in particolare, nella quale convivono i due
arrestati, ha invero fornito riscontro all’ipotesi dei Carabinieri poiché, all’interno di uno dei
locali della casa, i militari hanno rinvenuto un fucile automatico marca “Smith & Wesson”
con matricola abrasa, un fucile a pompa marca “Deyra” con 4 cartucce nel serbatoio,
entrambi calibro 12 e con colpo in canna, pronti a far fuoco.
I preliminari accertamenti effettuati sulle armi sequestrate hanno poi accertato che il fucile
a pompa risulta oggetto di precedente rapina avvenuta in Lentini (SR) nel settembre del
2019 al suo legittimo possessore, che lo aveva poco prima acquistato.

Pubblicità

 

Le armi sono state sequestrate e verranno inviate al R.I.S. dei Carabinieri di Messina per
l’effettuazione dei previsti indagini di laboratorio, al fine di stabilirne la provenienza e
l’eventuale utilizzo in occasione di episodi criminosi.

 

Padre e figlio sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha
convalidato l’arresto disponendo per entrambi la sottoposizione all’obbligo di dimora con
limitazione degli orari d’uscita dalla propria abitazione.

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli