Sicilia Report
Sicilia Report

Minaccia un carabiniere pretendendo i soldi del parcheggio: clandestino in manette

L’uomo, un marocchino, la scorsa notte è stato trattenuto in caserma per poi stamani, previo disbrigo degli adempimenti previsti dalla legge in materia di immigrazione, sarà espulso definitivamente dallo Stato

CATANIA – I Carabinieri della Stazione di Catania Piazza Verga hanno arrestato nella flagranza il marocchino CHAOUI ABDELGHANI di anni 36, poiché ritenuto responsabile di tentata estorsione e oltraggio a pubblico ufficiale.

Bottone 980×300

È accaduto ieri sera in via Ramondetta dove un militare in servizio alla Stazione di Aci Sant’Antonio, in quel momento libero dal servizio ed in compagnia della moglie e del figlioletto di pochi mesi, stava parcheggiando la propria autovettura quando, avvicinato dal parcheggiatore abusivo, è stato “invitato” ad elargire per la sosta 3 euro. Il carabiniere, qualificatosi mediante l’esibizione del tesserino di riconoscimento, ha chiesto all’uomo di fornire le proprie generalità. Questi, senza documento, invece di ottemperare alla legittima richiesta espressa dal pubblico ufficiale si è perfino stizzito e, alzando il tono della voce, ha pronunciato la testuale minaccia:«sei un pezzo di merda, i carabinieri sono bastardi, se non mi dai tre euro, appena vai via ti spacco la macchina!». A quel punto il militare, dopo aver fatto allontanare per motivi di sicurezza la moglie, che teneva in braccio il figlioletto, con l’aiuto dei colleghi della Stazione di Piazza Verga, avvertiti telefonicamente, ha bloccato ed ammanettato l’esagitato.
L’uomo, condotto in caserma e identificato, è risultato gravato da numerosi precedenti di polizia (reati in materia di stupefacenti, contro il patrimonio e la persona) nonché destinatario di un provvedimento di espulsione puntualmente eluso.
Difatti, di concerto con l’A.G., l’uomo la scorsa notte è stato trattenuto in caserma per poi stamani, previo disbrigo degli adempimenti previsti dalla legge in materia di immigrazione, sarà espulso definitivamente dallo Stato.

CHAOUI ABDELGHANI

Commenti