Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280
Questore dr. Mario Della Cioppa

Lavavetri violenti: Questore gli vieta l’ingresso a Catania per 3 anni

CATANIA – Oltre alle attività espletate sul territorio, per il contrasto all’illegalità diffusa, specie quella in borderline con la criminalità vera e propria, la Questura di Catania mette in campo tutta una serie di attività amministrative che pongono un limite alla reiterazione di questi molesti comportamenti. Si parla dellla misura del Foglio di Via Obbligatorio adottato dal Questore Mario Della Cioppa, Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, nei confronti di un cittadino nigeriano già denunciato per danneggiamento, resistenza e rifiuto di generalità a p.u., e di un suo connazionale che, facendo il “lavavetri” nell’area di viale R. Sanzio, si è reso responsabile, e quindi è stato condannato, per resistenza, oltraggio e lesioni a P.U.

Bottone 980×300

Le fattispecie di reato che connotano i comportamenti tenuti dai due cittadini stranieri sono evidente conseguenza di interventi della Polizia di Stato chiamata a contenere i comportamenti violenti e prevaricatori dei due nigeriani i quali, seppur in situazioni diverse e con diverse modalità, hanno dimostrato un’indole violenta, nessun rispetto per le leggi del Paese e una tendenza alla prevaricazione dei diritti altrui.
Sia che svolgano l’attività di lavavetri ai semafori, in un caso, sia che diano in violenta escandescenza per l’invito ricevuto a rispettare le norme antipandemia, nell’altro, la risultante della condotta dei due stranieri allontanati è sempre il mancato rispetto dei diritti altrui e sempre con metodi violenti.

La misura adottata dal Questore Della Cioppa impone il rientro dei due nelle città di domicilio e, al contempo, vieta di far rientro nel comune di Catania per la durata di tre anni, ciò all’evidente scopo di “spezzare” quel legame tra territorio e potenziale delinquenziale, che spesso è espresso grazie a particolari fattori ambientali, difficilmente riproducibili in contesti urbani differenti.

I commenti sono chiusi.