10.1 C
Catania
venerdì, Febbraio 23, 2024
spot_imgspot_img
HomeCronacaLady Diana: la favolosa croce Attallah riappare e va all'asta a Londra...

Lady Diana: la favolosa croce Attallah riappare e va all’asta a Londra il 18 gennaio

La croce Attallah - uno dei gioielli preferiti da Lady Diana, favoloso pendente in oro, argento, ametiste e diamanti - sarà offerta mercoledì 18 gennaio con una stima di partenza che oscilla tra 80.000 e 120.000 sterline

Gioiello scintillante protagonista di uno dei look più sfavillanti di Lady Diana, la croce Attallah riappare dopo un oblio lungo 35 anni per andare all’asta: sarà uno dei pezzi forti del catalogo ‘Royal and Noble’, in programma dal 6 al 18 gennaio da Sotheby’s a Londra, che presenta una collezione di oggetti e cimeli di provenienza aristocratica che abbracciano 500 anni di storia.

Pubblicità

La croce Attallah – uno dei gioielli preferiti da Lady Diana, favoloso pendente in oro, argento, ametiste e diamanti – sarà offerta mercoledì 18 gennaio con una stima di partenza che oscilla tra 80.000 e 120.000 sterline. Il ciondolo, a dire il vero, non fu mai propriamente della principessa consorte di Carlo d’Inghilterra: apparteneva, infatti, a un noto gioielliere di Londra, Naim Attallah, ex amministratore delegato di Asprey & Garrard.

“La principessa Diana e mio padre erano amici e ricordo che lei veniva spesso a trovarlo nello storico negozio Garrard di Regent Street, dove si trovava il suo ufficio, e in diverse occasioni gli chiedeva in prestito il ciondolo: le piaceva molto”, ha dichiarato Ramsay Attallah, attuale proprietario della croce.

La croce di Attallah, contraddistinta da dettagli floreali, è un ciondolo creato negli anni Venti del Novecento dai gioiellieri di corte Garrard, per il quale la principessa Diana aveva una particolare predilezione e che indossò in modo memorabile anche nell’ottobre del 1987, abbinato a un abito di Catherine Walker, in occasione di un gala di beneficenza a sostegno di Birthright, un’associazione che si occupa della tutela dei diritti umani delle donne, di cui la principessa divenne patronessa nel 1984.

La croce fu acquistata da Naim Attallah da Garrard negli anni ’80 e, grazie alla sua amicizia con la principessa Diana, poté prestarle la croce più volte nel corso degli anni per indossarla in occasione di eventi. A quanto risulta, la croce è stata indossata solo dalla principessa e, dopo la sua morte, non è stata più vista in pubblico fino ad oggi.

Il pendente a forma di croce – che si pensa sia una commissione privata di Garrard per uno dei suoi clienti abituali – è un pezzo audace e colorato con ametiste di taglio quadrato e diamanti di taglio circolare. La croce ha un peso totale di diamanti di circa 5,25 carati e misura circa 136 x 95 mm.

 

 

La principessa Diana aveva un rapporto di lunga data con Garrard, avendo scelto l’anello di fidanzamento nel 1981. Nel corso degli anni ha collaborato con Garrard e ha indossato pezzi dell’illustre casa di gioielli in molte occasioni, anche dopo il divorzio. Nella sua ultima apparizione in pubblico, indossò quella che è diventata famosa come la collana del ‘Lago dei Cigni’, una collana di diamanti e perle dei Mari del Sud realizzata in collaborazione con lei.

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli