Sicilia Report
Sicilia Report

Intensificati controlli Carabinieri in aree rurali: raffica di arresti per furti

Palermo, 18 gen. – Intensificati i controlli dei carabinieri nelle aree rurali della Sicilia per contrastare furti di bestiami, mezzi agricoli e danneggiamenti. A Chiaramonte Gulfi, nel Ragusano, i militari sono riusciti a sventare il furto di un trattore rubato da un’azienda agricola: l’autore del furto è stato intercettato in una strada interpoderale e alla vista della pattuglia ha subito abbandonato il mezzo agricolo. A Villafrati (Palermo), invece, i carabinieri hanno arrestato un 50enne, sorpreso poco dopo aver portato via oltre 4 quintali di legna da un terreno di proprietà del Comune.

Bottone 980×300

Nell’hinterland catanese, invece, è finito in manette un 43enne, già noto alle forze dell’ordine, colto in flagrante all’interno di un’azienda agricola, subito dopo aver sottratto del denaro contante da una cassa. A Militello in Val di Catania, i militari durante un controllo alla circolazione stradale in contrada Porto Salvo hanno arrestato un 54enne che nascondeva nella propria auto materiali vari e due taniche di benzina, rubati poco prima da una vicina casa rurale. A Mascali (Catania), infine, tre persone sono state sorprese in flagranza, subito dopo aver asportato 60 metri cubi di terra vegetale da un terreno agricolo.

“Il quadro odierno evidenzia – spiegano gli investigatori dell’Arma – che le aree rurali sono esposte a forme diversificate di aggressione da parte della criminalità, che comportano anche significativi rischi per l’imprenditoria agricola, in un periodo, come quello attuale, caratterizzato da un crescente disagio sociale ed economico, dovuti all’attuale emergenza pandemica”.
(Adnkronos)

Commenti