Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Il Boss Francesco La Rocca torna in carcere

CATANIA – Il boss detenuto Francesco LA ROCCA, capo della famiglia mafiosa di “cosa nostra” di Caltagirone, è stato trasferito presso l’Istituto penitenziario di Bari.
In particolare come si ricorderà al LA ROCCA, che era ristretto in alta sorveglianza presso la casa di reclusione milanese di Opera, lo scorso 1° aprile era stato concesso in via provvisoria di usufruire del differimento della pena nelle forme della detenzione domiciliare in maniera alternativa a quella in carcere, ciò a seguito della sua richiesta in relazione alle disposizioni ministeriali emanate in piena emergenza COVID-19.
In tale arco temporale i militari della Compagnia di Caltagirone hanno curato i gravosi servizi di controllo presso la sua abitazione e presso le strutture sanitarie nelle quali veniva assistito.

L’ 8 settembre u.s., in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Milano che rigettava l’istanza di ulteriore differimento pena, il LA ROCCA è stato arrestato dai carabinieri di Caltagirone e tradotto presso il reparto di medicina protetta dell’ospedale Cannizzaro di Catania. Lo stesso, nei giorni scorsi, ad opera di personale della Polizia Penitenziaria, è stato trasferito presso la sua definitiva sede di espiazione pena nella casa Circondariale di Bari, dotata di apposita Sezione di Assistenza Intensificata (SAI), quindi attrezzata delle necessarie risorse mediche e strutturali per la tutela delle specifiche condizioni di salute del detenuto.

La Rocca Francesco

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci